Musica Romina Daniele Sabato 20 marzo Festival "5 giornate per la nuova musica"

romina_daniele_sabato_20_marzo_festival_quot_5_giornate_per_la_nuova_musica_quot_news
Condividi
Nuovo progetto per la vincitrice del "Premio Internazionale Demetrio Stratos per la ricerca musicale" (2005). Premio che le consentirà nel novembre dello stesso anno di partecipare al MAI di Faenza (Ra) ad un seminario-incontro con Diamanda Galàs.

Sabato 20 marzo 2010
ore 21.00
presso: Arci Metissage, via Borsieri 2 Milano

Nell'ambito del Festival "5 giornate per la nuova musica"

Romina Daniele eseguirà composizioni
dal nuovo progetto «Spannung»


Nata a Napoli e residente a Milano, forte degli studi di storia e metodologia dell'arte, teorie del cinema, estetica, dell'esperienza artistica nonché musicale e didattica, in diversi generi, ambiti e settori, Romina Daniele fa confluire nel disco Aisthànomai, il lavoro e lo studio di due anni, ramificato nei territori della poesia, della musica, della vocalità, del teatro, del pensiero e dell'arte.
La ricerca sul suono e l'esplorazione delle dinamiche, delle armoniche e delle frequenze, l'intreccio e il conflitto delle onde sonore, acustiche oltre che musicali, sono gli elementi di primo piano.
La voce nelle sue disparate e inaspettate sfumature domina un universo segnico in cui melodie antiche e antichi richiami convivono con tecnologie contemporane di composizione nella dimensione altrimenti detta avant-garde, tessendo il percorso volto a perlustrare i territori della percezione e i suoi processi.


Nel 2009 inizia la lavorazione del terzo album che sarà realizzato per le Edizioni RDM Records con cui Romina Daniele collabora a partire da gennaio 2010.
Progetto «Spannung», dal termine con cui Heidegger indica l'apertura, lo spaziamento, la tensione (e lo struggimento) dell'essere nella dimensione dell'autenticità dell'esistere. - La dimensione mai adeguatamente discussa, necessita di modi intimi e nuovi ogni volta, lontano dai luoghi comuni e dell'intelletto e degli schemi compositivi. - Nella concretezza e nella temporalità della condizione umana, l'essere che lotta è egli stesso forza: "tensione della forza stessa." (J. Derrida). A tutti i livelli dell'opera, concettuale e di pensiero, artistico, letterario e poetico, musicale, compositivo, vocale, estetico: non il compimento ma l'apertura, non il sistema né la sua negazione oggi anch'essa sistema, ma la tensione, che è sempre azione, forza in atto.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop