Varie Anteprima "MISURE STRAORDINARIE" per TELETHON e ASSOCIAZIONE ITALIANA GLICOGENOSI lunedì 12 aprile

anteprima_quot_misure_straordinarie_quot_per_telethon_e_associazione_italiana_glicogenosi_luned_igrave_12_aprile_news
Condividi
Dal libro "The cure", premio Pulitzer, una storia vera sul dramma delle malattie rare
Anteprima "MISURE STRAORDINARIE" per TELETHON e ASSOCIAZIONE ITALIANA GLICOGENOSI
il film della Sony Pictures con Harrison Ford e Brendan Fraser
per sensibilizzare il pubblico sul tema delle patologie orfane
Dal circuito nordamericano, il 23 aprile approderà nelle sale italiane "Misure straordinarie" (Extraordinary Measures), un film interpretato da Harrison Ford e Brendan Fraser, ispirato alla storia vera di una famiglia colpita da una gravissima patologia rara, allora incurabile. Basato sul libro The Cure della scrittrice Premio Pulitzer Geeta Anand, il film racconta di un padre di famiglia, John Crowley (Brendan Fraser), impegnato nello straordinario sforzo di trovare e sviluppare un farmaco per salvare Megan e Patrick, i due figli più piccoli, ai quali viene diagnosticata la malattia di Pompe (o glicogenosi di tipo II). Insieme alla moglie Aileen e con grande determinazione, Crowley scova un brillante ma sottovalutato ricercatore anticonformista, Robert Stonehill (Harrison Ford). Insieme fondano un'azienda biotecnologica per sviluppare una terapia salvavita: il primo spinto dal desiderio di salvare i figli, l'altro dal bisogno di mettere alla prova se stesso e le proprie teorie, i due uomini sviluppano un rispetto reciproco nella lotta contro il tempo e contro il sistema sanitario statunitense, con l'obiettivo di trovare un farmaco in grado di salvare la vita a coloro che sono colpiti da questa malattia.
In collaborazione con la casa di produzione Sony Pictures, la Fondazione Telethon e l'Associazione Italiana Glicogenosi (AIG) hanno promosso la programmazione in anteprima del film a Milano, Torino e Roma dal 12 al 14 aprile, per sensibilizzare il pubblico sull'importanza della ricerca scientifica sulla malattie rare, come quella di Pompe.
A Torino l'anteprima del film, organizzata in collaborazione con AIACE Torino, si terrà lunedì 12 aprile, al Cinema Ideal Cityplex, alle ore 20.45. L'ingresso è gratuito. È necessaria la prenotazione, effettuabile da martedì 6 aprile sul sito www.misurestraordinarie.it. Info: Aiace Torino, tel. 011 538962, www.aiacetorino.it; www.telethon.it; www.aig-aig.it

La Fondazione Telethon ha dato un importante contributo alla ricerca sulle malattie da accumulo lisosomiale, di cui anche la glicogenosi di tipo II fa parte: ad oggi ha infatti finanziato ben 45 progetti di ricerca, per un totale di circa 10 milioni di euro. Per quanto riguarda in particolare la malattia di Pompe, - patologia oggi trattata dalla biotech americana Genzyme con una terapia enzimatica sostitutiva che ha cambiato la storia naturale di questa malattia il gruppo dell'Istituto Telethon di Genetica e Medicina di Napoli guidato da Giancarlo Parenti ha dimostrato in laboratorio che, affiancando a questa terapia salvavita dei farmaci "aiutanti", si può potenziarne ulteriormente l'efficacia. Alla luce di questi risultati, nel 2010 ha preso il via una sperimentazione sull'uomo coordinata da Generoso Andria dell'Università "Federico II" di Napoli.
L'Associazione Italiana Glicogenosi ONLUS, nasce nel 1996 per volontà di un gruppo di genitori con figli affetti da glicogenosi, per promuovere la ricerca scientifica, sensibilizzare l'opinione pubblica e dare un aiuto pratico e psicologico alle famiglie. In questi anni ha fornito un servizio di consulenza globale (psicologica, specialistica, fisioterapica e legale); organizzato convegni con la partecipazione delle famiglie e di numerosi ricercatori e studiosi; realizzato audiovisivi per la gestione della tecnica della nutrizione enterale pediatrica al domicilio dei pazienti; contattato alcuni istituti di ricerca italiani ed esteri per promuovere la ricerca di base e clinica; promosso iniziative per la raccolta di fondi da destinare alla ricerca scientifica, in particolare in ambito genetico; organizzato campagne d'informazione e sensibilizzazione attraverso i mass media; istituito borse di studio per promuovere una maggiore conoscenza della malattia.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop