Torino News

TORINO, 10 May 2016

Teatro STORIE DI ALTRI MONDI IV Edizione Torino, 12 | 14 maggio 2016 San Pietro in Vincoli Zona Teatro

storie_di_altri_mondi_iv_edizione_torino_12_14_maggio_2016_san_pietro_in_vincoli_zona_teatro_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Con gli appuntamenti realizzati in collaborazione con il Salone Internazionale del Libro di Torino Off e la Circoscrizione 7 si conclude l’edizione 2016 di STORIE DI ALTRI MONDI, rassegna di spettacoli  a cura de Il Mutamento Zona Castalia.

All’interno del ricco calendario di eventi che animeranno le giornate del Salone Internazionale del Libro di Torino, s’inseriscono le giornate di giovedì 12 e venerdì 13 maggio, proposte dall’Associazione, con spettacoli selezionati a livello nazionale. La varietà di temi trattati, dal sociale all’economia, passando per autori come Shakespeare, va a confermare l’obiettivo che STORIE DI ALTRI MONDI: avvicinare il pubblico alla conoscenza di culture, tradizioni, mondi ed esperienze lontane dall’ordinario.

 

Ospiti di questa edizione sono le compagnie Teatro Scientifico di Verona con lo spettacolo Yesterday. L’ultimo gioco e Meridiano Zero di Sassari con la loro produzione B-Tragedies.

 

Il Mutamento Zona Castalia proporrà A NOI VIVI! L’Inferno, di Giordano V. Amato con Eliana Cantone, primo atto del percorso dedicato alla crisi economica, all’economia civile e a teorie economiche utopiche come quella del credito sociale, promossa da Alfred Richard Orage (1873-1934); sarà inoltre proposto un primo studio di A NOI VIVI! Purgatorio, secondo appuntamento del percorso triennale.

 

 

 

PROGRAMMA

 

Giovedì 12 maggio | h. 21:00 è San Pietro in Vincoli Zona Teatro

Yesterday. L’ultimo gioco | Teatro scientifico (VE)

Di e con Jana Balkan, Isabella Caserta, Francesco Laruffa

Produzione Teatro Scientifico - Teatro Laboratorio

Lo spettacolo tratta la sempre più diffusa malattia dell'Alzheimer ed è il lavoro di ricerca, interviste, testimonianze e incontri fatti con gli anziani, i familiari e le badanti che li assistono.

Lo spettacolo è ispirato a una storia vera: i tre protagonisti sono persone reali, persone conosciute che hanno raccontato questa storia. La perdita della memoria è una malattia che complica tutto perché fa smarrire il senso delle cose, fino a farle sparire nell’indistinto.

È un naufragare inesorabile verso il niente. È un lento smarrirsi nel silenzio e nell’assenza. È irreversibile.

Non si vuole commentare né giudicare, solo ritrarre una realtà che coinvolge tutti e che porta a riflettere.

Lo spettacolo oscilla tra ricordi e presente, tra visioni della mente e realtà.

“Ho visto un’anziana al funerale del figlio che a un certo punto ha smesso di piangere perché non si ricordava più che ci facesse là. Ha detto: Portatemi via, chi è quello là dentro?”. Da questa esperienza è scaturita la nostra ricerca e questo lavoro.

Tra le tante storie che abbiamo conosciuto direttamente o indirettamente, abbiamo scelto di raccontarne una.

 

 

Venerdì 13 maggio | h. 10:00 è San Pietro in Vincoli Zona Teatro

A noi Vivi! L’Inferno | Il Mutamento Zona Castalia (TO)

Drammaturgia e regia di Giordano V. Amato

Con Eliana Cantone

Luci Federico Merula

Video Teodoro Cavalluzzo

Che cosa succederebbe se lo Stato distribuisse denaro sufficiente a vivere senza lavorare? Non si tratta di uno scherzo, ma di un’articolata teoria economica che ha sfiorato l’applicazione in diverse parti del mondo, addirittura negli Stati Uniti, poco meno di cento anni fa. Oggi, grazie alla crisi, quest’utopia dimenticata vive una sorta si seconda giovinezza, ma forse solo poetica, dato che nessun serio economista sembra volerla prendere in considerazione.

Abbiamo provato a immaginare il mondo in cui vivremmo se da cento anni a questa parte le persone, invece che al lavoro e al consumo, si fossero dedicate alle loro passioni, o all’arte, o alla bellezza, o semplicemente al pensiero.

Se tutti i cittadini avessero denaro sufficiente per vivere senza lavorare, ci sarebbero ancora le guerre? La fame? E le religioni? E l’inquinamento? Vivremmo ancora all’inferno come adesso? O saremmo tutti, ognuno nel proprio paradiso? E lo Stato, dove troverebbe i soldi necessari?

A NOI VIVI! L’inferno., un termometro per misurare la nostra maturità in quella scienza oscura chiamata “economia”.

Interpretato da Eliana Cantone per la regia di Giordano V. Amato, A NOI VIVI! L’inferno, è una sorta di real show caotico e autarchico, aperto a blasonati ospiti ormai estinti, quali Alfred Richard Orage, (1873-1934), indiscutibile protagonista del primo Novecento che ha sapientemente conciliato ricerca spirituale, politica, letteratura e giornalismo con le teorie economiche del credito sociale e le riflessioni sul tempo libero;

A NOI VIVI! L’inferno, un caos ragionato e irragionevole al quale il pubblico è caldamente invitato a partecipare.

 

 

Venerdì 13 maggio | h. 21:00 è San Pietro in Vincoli Zona Teatro

B-Tragedies | Meridiano Zero (SS)

Di e con Marco Sanna e Francesca Ventriglia

Luci e Suoni Massimo Casada

B-TRAGEDIES è il primo passo di una trilogia shakespeariana trash. S'inizia con Macbeth, in periodi di deliri d'onnipotenza pare un giusto punto di partenza. Si tratta di un lavoro in bassa fedeltà, per fronteggiare la crisi. Quella personale prima di tutto prendendo le distanze dalla seriosità tipica di chi pensa di fare cultura, quella più ampiamente sociale e dunque anche teatrale che costringe a budget ridotti e tempi di produzione serrati.

Alla base c'è una coppia, una particella familiare infeconda e infetta, un nucleo respingente che non contempla l'esistenza del mondo al di fuori delle proprie quattro mura di casa, che distrugge tutto ciò che osa interporsi fra loro e le ricerca della pace, della tranquillità. Lo spettacolo gioca continuamente fra alto e basso, fra l'immaginario splatter e

la poesia. L'antidoto scenico utilizzato contro la falsa cultura è la stupidità, appropriarsi del sacro santo diritto di essere stupidi infinitamente stupidi, calpestare i pregiudizi, il cattolico decoro, il falso rispetto verso il dolore degli altri, liberarsi insomma lasciarsi andare allo sproloquio, al dileggio.

 

Un teatro fatto per guadagnare il pane, fatto in fretta sfruttando un bagaglio di cose già fatte, di oggetti già usati, sul modello dei B-Movies con facili battute e ovvi doppi sensi per attirare il pubblico e il facile consenso.

Il teatro sta in ogni disperato tentativo di dare senso alla vita. Se la vita è ridotta a poca cosa allora anche piccole cose diventano teatro, le piccole tragedie appunto, le tragedie di serie B.

Dentro questo lavoro entrano le nevrosi del quotidiano insieme agli insegnamenti dei grandi maestri. Troviamo le parole di Eduardo tutto il suo mondo “di sacrifici e di gelo”.

 

Incontriamo quei disgraziati che nelle cronache dell'italietta contemporanea ammiccano dietro lo schermo televisivo, la sfilza insomma dei morti ammazzati e relativi assassini, quasi sempre padri di famiglia, dei vicini di casa, che si accaniscono contro il sangue del proprio sangue o quello del loro prossimo dirimpetto. Entrano i personaggi di Shakespeare, immortali, che attraverso le loro parole, la loro realtà messa in scena ad opera d'arte, riescono a impressionarci a tal punto da farci spiattellare da soli i nostri crimini.

 

 

Sabato 14 | h. 21:00 è San Pietro in Vincoli Zona Teatro

A noi Vivi! L’Inferno | Il Mutamento Zona Castalia (TO)

Drammaturgia e regia di Giordano V. Amato

Con Eliana Cantone

Luci Federico Merula

Video Teodoro Cavalluzzo

REPLICA

 

a seguire

 

A NOI VIVI! Il Purgatorio | Il Mutamento Zona Castalia (TO)

Drammaturgia e regia di Giordano V. Amato

Con Eliana Cantone

Luci Federico Merula

 

 

 

INGRESSI

Tutti gli spettacoli:

Intero € 3,00 | Ridotto, residenti Circoscrizione 7, studenti e over 65 € 1,00

 

STORIE DI ALTRI MONDI

IL MUTAMENTO ZONA CASTALIA - R.M. STORIE DI ALTRI MONDI

Direzione artistica Giordano V. Amato, Eliana Cantone

Amministrazione Tiziana Mitrione (info@mutamento.org)

Comunicazione Valerio Vigino (segreteria@mutamento.org)


 www.mutamento.org

fb: www.facebook.com/Il-Mutamento-Zona-Castalia | Instagram: IL_MUTAMENTO_ZC

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop