Torino News

TORINO, 04 October 2016

Varie CROCEVIA DI SGUARDI XII Edizione 6 ottobre - 17 novembre 2016 Torino

Documentari e approfondimenti per capire le migrazioni

crocevia_di_sguardi_xii_edizione_6_ottobre_17_novembre_2016_torino_news_torino_torino_piemonte
Condividi

FIERI (FORUM INTERNAZIONALE ED EUROPEO DI RICERCHE SULL'IMMIGRAZIONE) in collaborazione con l'associazione culturale ANTILOCO, il Cinema Teatro Baretti, il Goethe Institut, il Cecchi Point, Il Piccolo Cinema, il Master in Traduzione per il Cinema, la Televisione e l’Editoria Multimediale della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere  e il Dipartimento di Culture, Politica e Società dell’Università di Torino, L’Associazione Documentaristi Italiani e grazie al patrocinio dell’Ambasciata Americana e al finanziamento della Fondazione CRT presentano la dodicesima edizione di CROCEVIA DI SGUARDI, un percorso di documentari e approfondimenti per conoscere e capire le migrazioni.

 

La rassegna Crocevia quest’anno arriva alla sua dodicesima edizione con un percorso fortemente legato all’attualità. Nell’anno tra i più drammatici per il numero di persone arrivate alle porte dell’Europa, diversi documentari hanno come protagonisti uomini e donne alla ricerca di un luogo sicuro dove vivere. Molti di loro sono bambini o adolescenti. Le risposte che la politica è riuscita a dare sono drammaticamente inadeguate e producono profonde ferite difficilmente rimarginabili. Da un lato vi è la quotidianità di questa umanità in attesa di entrare nel nuovo mondo, dall’altro le nostre società si confrontano con tante persone che sono arrivate da anni. Per questi immigrati la quotidianità presenta altre sfide, legate alla necessità di conciliare nuove regole sociali, la propria identità religiosa e di genere e i legami con le origini. Un focus speciale, con due serate di proiezioni, è dedicato agli USA, quest’anno alle prese con elezioni presidenziali nelle quali il tema migratorio sarà centrale. In una giornata di workshop dal titolo “Dentro il reale”, il regista Marco Santatelli racconterà ai giovani il suo cinema. Infine, nei pomeriggi del 20 ottobre, del 3 novembre e del 17 novembre i temi dei documentari saranno ulteriormente approfonditi in seminari pomeridiani presso il Campus Luigi Einaudi dell’Università di Torino. Le proiezioni serali si terranno non solo nella tradizionale sede del cineteatro Baretti, ma anche nelle Case del Quartiere, all’interno dei territori a più alta immigrazione della città.

 

 

INAUGURAZIONE: Giovedì 6 ottobre 2016 ore 21.00

Cine Teatro Baretti, Via Baretti, 4 - Torino 

 

Bambini migranti

proiezione del documentario AT HOME IN THE WORLD

di  Andreas Koefoed, Danimarca 2015, 58’

 

Ne discute Concetta Mascali (Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo “Regio Parco”, Torino)

 

La rassegna proseguirà fino al 17 novembre 2016 presso il cinema Teatro Baretti, di Via Baretti 4, Il Piccolo Cinema, via Cavagnolo 7, Cecchi Point, Via Antonio Cecchi 17. Inizio ore 21.00.

 

 

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI

Tutti i ­film verranno proiettati in lingua originale con sottotitoli italiani

 

A cura di Pietro Cingolani e Francesco Giai Via

Per informazioni

FIERI, Corso Marconi 4, Torino

Tel. 011-5160044/ www.croceviadisguardi.fieri.it/

  

PROGRAMMA

 

Giovedì 6 ottobre 2016

Ore 21.00 - Cineteatro Baretti

Bambini migranti

AT HOME IN THE WORLD di Andreas Koefoed, Danimarca 2015, 58’

Ne discute: Concetta Mascali (Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo “Regio Parco”, Torino)

 

Giovedì 13 ottobre 2016

Serata in collaborazione con Goethe-Institut Turin

Ore 21.00 – Cineteatro Baretti

Il sistema dell'asilo

LAND IN SICHT di Judith Keil e Antje Kruska, Germania 2013, 93’

Ne discute: Magda Bolzoni (Associazione Mosaico, Torino)

 

Giovedì 20 ottobre 2016

Ore 21.00 – Cecchi Point

Verso l’Europa

THE LONGEST RUN di Marianna Economou, Grecia 2015, 75’

Ne discute:  Laura Cantarini (UNHCR)

Ore 16.00 – Seminario al CLE

 

Giovedì 27 ottobre 2016

Ore 21.00 – Piccolo Cinema

La superdiversità quotidiana - Focus USA Paese Ospite

IN JACKSON HEIGHTS di Frederick Wiseman, USA 2015, 190’

Ne discute: Giovanni semi (Università di Torino)

 

Giovedì 3 novembre 2016

Ore 21.00 – Cineteatro Baretti

In cerca della verità - Focus USA Paese Ospite

Chi è Dayani Cristal? di Gael García Bernal e Marc Silver, Gran Bretagna/Messico 2013, 84’

Ne discutono: Guido Tintori (FIERI) e Marco Mariano (Università del Piemonte Orientale)

Ore 16.00 – Seminario al CLE

 

Giovedì 10 novembre 2016

Ore 21.00 – Piccolo Cinema

L’Islam in carcere

Dustur di Marco Santarelli, Italia 2015, 74’

Ne discute con il regista: Khalid Rhazzali (Università di Padova)

 

Venerdì 11 novembre 2016

Ore 10.00 – 13.00 Piccolo Cinema

Dentro il reale

Workshop con il regista Marco Santarelli

 

Giovedì 17 novembre 2016

Ore 21.00 - Cineteatro Baretti

Donne che sognano

Patience, Patience You'll Go To Paradise! di Hadja Lahbib, Belgio 2014, 85’

Ne discute: Ruba Salih (SOAS Londra)

Ore 16.00 – Seminario al CLE

 

 

 

SINOSSI DEI DOCUMENTARI:

 

 

Giovedì 6 ottobre 2016

Ore 21.00 - Cineteatro Baretti

Bambini migranti

At Home in the World di Andreas Koefoed, Danimarca 2015, 58’

Questo poetico documentario di osservazione segue Magomed, un rifugiato ceceno di dieci anni e i suoi amici, in una scuola della cittadina danese di Lynge. I bambini sono ripresi nei momenti di canto, di arte e di gioco e nelle discussioni che avvengono tra di loro come in qualunque altra scuola. La differenza è che tutti loro conservano memorie molto dolorose. C’è Alì dall’Afghanistan, che, come il padre, è scosso da incubi notturni. C’è l’attivo Amel che ha nostalgia dei suoi amici in Bosnia, e la cecena Heda che si sta preparando all’emozionante passaggio a una scuola regolare grazie all’aiuto della sua insegnante di sostegno. Questa stessa insegnante è convinta che anche Magomed sia pronto, ma lui è pieno di dubbi. Il ragazzino non è solo turbato da memorie traumatiche, ma si confronta con la paura che il padre non possa rimanere in Danimarca.

 

Giovedì 13 ottobre 2016

Serata in collaborazione con Goethe-Institut Turin

Ore 21.00 – Cineteatro Baretti

Il sistema dell'asilo

Land in Sicht di Judith Keil e Antje Kruska, Germania 2013, 93’

Bad Belzig è una cittadina nello stato di Brandeburgo, a circa 80 chilometri da Berlino. Tre richiedenti asilo si confrontano con un futuro incerto nella loro nuova casa. Abdul, il figlio di uno sceicco, proviene dallo Yemen, Farid è fuggito dall’Iran, e Brian è originario del Cameron. I destini di questi tre uomini con passati così differenti finiscono per incrociarsi nello stesso luogo, sebbene non si incontrino mai nel corso del film. Hanno simili esperienze in un paese che fa fatica a comprenderli e che loro non comprendono. Terra in vista è un racconto di diffidenza mista a buone intenzioni, di incontri con autorità pubbliche – dove i problemi derivano più dalle rigide strutture burocratiche che dall’approccio dei funzionari – e anche di sogni che spesso sono troppo naif per poter diventare realtà.

 

 

Giovedì 20 ottobre 2016

Ore 21.00 – Cecchi Point

Verso l’Europa

The Longest Run di Marianna Economou, Grecia 2015, 75’

Jasim e Alsaleh sono rifugiati minorenni all’interno di una prigione greca. Appena arrivati dalla Siria e dall’Iraq sono stati arrestati con l’accusa di traffico illegale di immigrati. Grazie all’eccezionale possibilità di accedere alla prigione giovanile e alle aule del tribunale, questo documentario segue i due amici da vicino mentre sono incarcerati, durante il processo e dopo il verdetto, con una

 

 

 

 

 

suspense narrativa che mette in luce come persone molto giovani siano costrette a trasportare migranti attraverso i confini greci mentre i trafficanti continuano impuniti a fare i loro affari sulle loro spalle. Se Jasim e Alsaleh saranno riconosciuti colpevoli avranno condanne molto pesanti. Le conversazioni telefoniche tra i due giovani e le madri nei loro Paesi d’origine dilaniati dalla guerra accentuano il doppio imprigionamento che queste famiglie sperimentano. Nessuno sa come e quando la loro lunga corsa avrà fine.

 

Giovedì 27 ottobre 2016

Ore 21.00 – Piccolo Cinema

La superdiversità quotidiana - Focus USA Paese Ospite

In Jackson Heights di Frederick Wiseman, USA 2015, 190’

Jackson Heights è un quartiere di New York, nel Queens, dove immigrati di varie nazionalità vivono gli uni accanto agli altri in relativa armonia. Quest’area è un vero concentrato multiculturale, con Hare Krishna, persone transgender, bambini che studiano il Corano con lo hijab, e anziani ebrei che commemorano l’Olocausto. Ma Jackson Heights è a soli venti minuti di metropolitana da Manhattan, e i commercianti locali sono preoccupati per il futuro del quartiere; temono che farà la stessa fine del confinante Brooklyn, dove gli hipster hanno preso il sopravvento e la minaccia dell’invasione di grandi catene commerciali ha spinto gli affitti alle stelle. Dopo i precedenti film sulle grandi organizzazioni come ospedali, prigioni e su una compagnia di balletto, il pluripremiato regista Frederick Wiseman rivolge il suo sguardo alla grande varietà di subculture concentrata in un piccolo angolo di New York.

 

Giovedì 3 novembre 2016

Ore 21.00 – Cineteatro Baretti

In cerca della verità - Focus USA Paese Ospite

Chi è Dayani Cristal? di Gael García Bernal e Marc Silver, Gran Bretagna/Messico 2013, 84’

Nell’immenso deserto di Sonora, bruciato dal sole, la polizia di frontiera dell’Arizona scopre il corpo di un uomo in decomposizione. Sotto una maglietta lacerata, è esposto un tatuaggio: Dayani Cristal. Chi è quest’uomo? Cosa lo ha portato qui? Come è morto? Chi o cosa è “Dayani Cristal”? Seguendo un team di persone della Contea di Pima, in Arizona, il regista Marc Silver cerca di rispondere a queste domande, per dare a quest’uomo un’identità. Mentre l’indagine prosegue, l’attore e attivista messicano Gael García Bernal ripercorre i passi dello scomparso, lungo il sentiero dei migranti in America Centrale. Sperimenta, in prima persona, i pericoli che sono costretti ad affrontare e impara dalle loro motivazioni, dalle loro speranze e dalle loro paure.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giovedì 10 novembre 2016

Ore 21.00 – Piccolo Cinema

L’Islam in carcere

Dustur di Marco Santarelli, Italia 2015, 74’

Nella biblioteca del carcere Dozza di Bologna, insegnanti e volontari hanno organizzato un corso scolastico sulla Costituzione italiana in dialogo con le primavere arabe e le tradizioni islamiche. I partecipanti sono prevalentemente detenuti musulmani: alcuni di loro sono giovanissimi e al primo reato, altri hanno alle spalle molti anni di carcere. A tenere le fila del corso c’è Ignazio, un volontario religioso che ha vissuto per molti anni in Medio Oriente, affiancato da Yassine, un giovane mediatore culturale musulmano. Fuori dal carcere, Samad, un giovane ex detenuto marocchino, vive l’attesa di un fine pena che tarda ad arrivare. È alle prese con gli “inverni e le primavere” della libertà e una vita da ricostruire dentro nuove regole. Sarà l'ultimo ospite del corso, che tornerà dentro al carcere per partecipare alla discussione e alla scrittura di una Costituzione ideale.

 

Venerdì 11 novembre 2016

Ore 10.00 – 13.00 Piccolo Cinema

Dentro il reale

Workshop con il regista Marco Santarelli

Quale è il rapporto tra documentazione, ricerca estetica e intervento politico? Come si costruisce una relazione con i soggetti dei propri documentari? Intorno a queste domande Marco Santarelli si confronterà con studenti e appassionati ricostruendo un lungo percorso che lo ha portato a narrare realtà molto complesse come la vita quotidiana nelle carceri descritta in Milleunanotte (2012) e Dustur (2015).

 

Giovedì 17 novembre 2016

Ore 21.00 - Cineteatro Baretti

Donne che sognano

Patience, Patience You'll Go To Paradise! di Hadja Lahbib, Belgio 2014, 85’

Negli anni 60’ centinaia di famiglie del Nord Africa sono arrivate in Belgio inseguendo la speranza di una vita migliore. Gli uomini hanno trovato lavoro, mentre le donne si sono occupate delle faccende domestiche e della cura dei figli. Mina, una di loro, non ha mai imparato a leggere e scrivere. Ormai vedova e con i figli adulti, con le parole "Pazienza, pazienza, andrai in paradiso," cerca di mantenere alto il suo morale. Grazie all’incontro con l’attivista marocchina Tata Milouda, la sua visione della vita cambia. Incontra tante donne nella sua stessa situazione e scopre una vita fatta di libertà che non aveva mai neppure immaginato. Insieme a un gruppo di amici Mina impara a leggere e scrivere, frequenta lezioni di informatica, viaggia. L'entusiasmo e la gioia con cui queste donne cercano la propria identità e libertà è commovente e contagiosa.

 

 

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop