Torino News

TORINO, 16 March 2018

Musica CIOTTOLINO Una fiaba musicale per e con i bambini da 5 a 11 anni Piccolo Regio Puccini, sabato 17 marzo 2018

ciottolino_una_fiaba_musicale_per_e_con_i_bambini_da_5_a_11_anni_piccolo_regio_puccini_sabato_17_marzo_2018_news_torino_torino_piemonte
Condividi
Indicazioni di contatto
Teatro Regio To
Piazza Castello,215
Torino 
011.8815.557  Link al sito 

Quest’anno compie ventisette anni La Scuola all’Opera, l’attività didattica per le scuole che il Teatro Regio organizza anche in collaborazione con altre importanti istituzioni culturali cittadine e che porta a Teatro tantissimi bimbi e ragazzi con gli insegnanti e le famiglie.

Anche per la Stagione 2017-2018 il nostro “piccolo, grande pubblico” partecipa agli spettacoli, ai laboratori, ai percorsi interdisciplinari e alle visite guidate dietro le quinte; un esercito di circa 40.000 bambini e ragazzi che popola e vive il Teatro e i suoi luoghi.

In gennaio, in occasione del Giorno della Memoria, il Regio ha proposto per i ragazzi dai tredici ai diciotto anni lo spettacolo La favola di Natale e a febbraio Il carnevale degli animaliper i bambini dai 6 ai 14 anni, entrambi nuovi allestimenti del Teatro Regio. Mentre per i più piccini, i bambini dai cinque agli undici anni, viene proposta una delle opere di maggior successo degli ultimi anni: Ciottolino di Luigi Ferrari Trecate su libretto di Giovacchino Forzano (librettista per Puccini e Mascagni). Lo spettacolo andrà in scena per il pubblico delle scuole al Piccolo Regio Puccini il 6, 8, 9, 13 e 15 marzo alle ore 10.30, il 6 e il 13 anche alle ore 15, e sabato 17 marzo alle ore 16 per tutto il pubblico, per il cartellone di Al Regio in famiglia

Ciottolino è un bambino come tanti, allegro e vivace. Per sfuggire alle regole della vita quotidiana, che gli stanno un po’ strette, sogna di diventare Re del Paese delle Fate. Ma a volte anche il mondo della fantasia riserva brutte sorprese. Forse la realtà non è poi così male…?
«Con Ciottolino abbiamo un Hänsel e Gretel italiano»: questo l’elogio del compositore Francesco Balilla Pratella alla prima di Ciottolino, messa in scena nel 1922 a Roma dal “Teatro dei Piccoli”, l’allora famosissima compagnia di marionette. La progettazione, in realtà, risale a molti anni prima: è l’estate del 1904 quando Luigi Ferrari Trecate e Giovacchino Forzano si incontrano durante una vacanza per ideare una piccola opera per e con i bambini, in cui i ruoli principali possano essere interpretati da voci bianche. Modello tedesco a parte, è la grande tradizione del melodramma italiano a caratterizzare il piccolo gioiello, con la sua piacevolezza melodica, la «varietà e spontaneità dei ritmi, lo strumentale leggero ma sempre efficace». 

Ciottolino viene riproposta nella splendida e onirica versione curata dal regista Luca Valentino, che ha creato uno spettacolo fantasmagorico, sul modello del teatro in nero, animato dai pupazzi di Claudio Cinelli che firma anche le scene e i costumi. L’Orchestra del Teatro Regio e il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi” sono diretti dal maestro Claudio Fenoglio, che dirige anche il coro dei piccoli spettatori. L’adattamento dei cori del pubblico è a cura di Giovanna Piga, le luci sono di Mario Merlino. I ruoli dei protagonisti prevedono tutti un doppio cast di interpreti, che si alternano nel corso delle recite. Ciottolino sarà interpretato dalle voci bianche Valentina Escobar e Anita Maiocco, Nina (sorella di Ciottolino) e il Musicista dalle voci bianche Beatrice Cozzula Matilde Elia; nei panni della mamma e della Fata Morgana ci saranno i soprani Sabina Cacioppo e Cristina Mosca, in quelli del babbo e del Giudice i tenori Emanuele Bono e Luca Santoro; i ruoli del nonno e dell’Orco saranno interpretati dai baritoni Emilio Marcucci e Matteo Mollica. Gli alunni presenti in sala canteranno dalla platea alcune pagine selezionate dell’opera, preparate, con gli insegnanti e con l’aiuto di professionisti della didattica del Teatro Regio, nel corso dei laboratori Cantiamo l’OperaOpera…ndo con Ciottolino e Gli orchi della solitudine. Un progetto formativo a tutto tondo, dunque, sia per il pubblico dei bambini e i loro insegnanti, sia per gli studenti del Conservatorio per i quali lo spettacolo vale come credito formativo. 

Inoltre, il 17 marzo alle ore 15 è previsto il laboratorio di preparazione dei canti per il pubblico di Ciottolino. Possono partecipare gratuitamente adulti e bambini in possesso del biglietto per la recita del 17 marzo alle ore 16 (Prenotazioni – tel. 011.8815.209).

I biglietti per lo spettacolo di sabato 17 marzo, indicato per famiglie con bambini e ragazzi dal 5 ai 14 anni, costano € 10 (under 16: € 8) e sono in vendita diretta alla Biglietteria del Teatro Regio (tel. 011.8815.241/242), presso Infopiemonte-Torinocultura e i punti vendita Vivaticket; on line su www.vivaticket.it; telefonicamente al numero 011.8815.270. 18app: biglietti a € 5, e con 1 euro in più si può acquistare un secondo biglietto. Info - Tel. 011.8815.577 e www.teatroregio.torino.it

Informazioni e prenotazioni per le recite dedicate alle scuole: Ufficio Scuola - Tel. 011.8815.209. 

Le attività de La Scuola all’Opera sono realizzate in collaborazione con gli Amici del Regio e con la Fondazione Cosso.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop