Torino News

TORINO, 21 March 2018

Varie PROGETTO ULISSE La performance conclusiva Castello di Miradolo – San Secondo di Pinerolo (To) 24- 25 marzo 2018

progetto_ulisse_la_performance_conclusiva_castello_di_miradolo_san_secondo_di_pinerolo_to_24_25_marzo_2018_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Sabato 24 e domenica 25 marzo, dalle 14.30 alle 18.30, negli spazi del Castello di Miradolo e del suo Parco storico andrà in scena la performance conclusiva dei 500 ragazzi che hanno partecipato quest’anno al Progetto Ulisse, percorso didattico e formativo della Fondazione Cosso e di Avant-dernière pensée, rivolto agli studenti delle Scuole Secondarie di II grado.

 

Il progetto, che rappresenta anche un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro, è un percorso di socialità intesa in chiave formativa, che ha l’obiettivo di promuovere gli strumenti creativi ed espressivi degli studenti, in rete con i docenti, così da calare l’esperienza nell’ambito scolastico, per connetterla ai programmi che quotidianamente vengono sviluppati in classe.

Ulisse è un progetto di orientamento professionale relativo ai saper connessi al mondo della cultura e dell‘arte che, fra crisi del sistema culturale, globalizzazione e sviluppo delle nuove tecnologie, rimangono pietre miliari nei percorsi di costruzione di cittadinanza e di coscienza, e che necessitano di approcci non tradizionali, ampie disponibilità, sempre rinnovata curiosità e determinazione.

Quest’anno il “Progetto Ulisse” ha ricevuto un importante riconoscimento dall’esterno, da parte della Fondazione CRT, che ha riconosciuto alla Fondazione Cosso un contributo.

 

La performance del 24 e del 25 marzo rappresenterà una due giorni a porte aperte, rivolta non solo alle famiglie ma alla collettività intera, che potrà assistere a uno spettacolo inedito in cui le visioni e le sperimentazioni dei ragazzi intorno al tema di Ulisse e il Tempo saranno centrali.

L’ingresso è gratuito ma è richiesta la prenotazione, nei giorni precedenti, al n° 0121.376545.
La performance rappresenterà il primo appuntamento della primavera presentato dalla Fondazione Cosso: dal 31 marzo il Parco del Castello di Miradolo sarà visitabile ogni fine settimana e si animerà con tante iniziative legate alla stagionalità e al tema della natura.

 

Le suggestioni sulla performance

Le suggestioni per quest’anno sono numerose: riflessioni di taglio scientifico che leggono il tempo nel suo scorrere fisico o chimico; il tempo come luogo di trasformazione della natura, come succedersi di relazioni e crescite personali. Ma anche il tempo come dialogo tra gioventù e vecchiaia o come confronto incessante tra i sensi, come vita che sfugge ininterrotta e quindi inaccessibile.

 

Le sale del Castello di Miradolo saranno invase da multi-proiezioni, azioni artistiche, statue viventi, installazioni musicali e video. E poi da rap che cadenzano il cammino dei visitatori, da valigie che suggeriscono il viaggio per “conoscere più tempo”, da clessidre che lo scansionano nella sua ciclicità, da parole che lo raccontano nella sua negazione, mancanza, vuoto o nel suo rivelarsi in un “istante magico”, in cui si dilata, si ferma, diventando eternità.

 

 

 

Alcune sperimentazioni dei ragazzi

“Parole al Tempo” - Liceo M. Curie, classe III Dnr

Il Tempo come logos: lo spazio della performance si trasformerà in esperienza metafisica attraverso l'esecuzione sincronica di letture poetiche, brani musicali al pianoforte e immagini evocative proiettate, nell'antitetica co-essenza di buio-luce, sui corpi/maglia degli attori, che si faranno essi stessi allusivi schermi di parole sul e nel Tempo, parole che si sveleranno ai presenti come limpide e materiali forme liberate dal tempo.

 

“Limbi: non tempi, non luoghi” - Liceo G.F. Porporato, classe IIIA Linguistico

Fare esperienza del limbo vuol dire essere in una dimensione di sospensione del tempo e dello spazio, di negazione delle normali categorie della realtà. Con un groviglio di musiche, immagini e testi letterari disegneremo alcuni confini di questa non realtà, che talvolta diventa anche nostra.

 

I commenti dei ragazzi

LICEO G. F. PORPORATO, PINEROLO

Francesca, alunna 3A Linguistico

“Grazie a questo evento culturale proveremo a presentare un prodotto frutto delle nostre idee, che possa suscitare negli spettatori delle emozioni”.

Giulia, alunna 3A Linguistico

“Il Progetto Ulisse è stato l'occasione per riflettere sul tempo, per noi in particolare sul limbo, un luogo dello spazio e del tempo, letterario e assente dalla realtà. Ma almeno una volta nella nostra vita, ognuno di noi lo ha sperimentato, quando ci siamo sentiti persi e come sospesi in un altro mondo”. 

 

ISTITUTO ALBERTI PORRO, PINEROLO

Alunne 2A Turistico

“Il Progetto Ulisse permette di esprimersi, dando libertà ai propri pensieri ed emozioni.”

Alunni 2B Turistico

“Il Progetto Ulisse è un’opportunità per scoprire nuovi punti di vista, rivelare una parte artistica di noi stessi, che forse non sapevamo di avere.”

 

LICEO M. CURIE, PINEROLO

Alunni 2ASA

“È un’esperienza che sicuramente mi cambierà e mi aiuterà a crescere perché lavoriamo in équipe e con esperti.”

“È un’opportunità per lavorare con persone competenti e appassionate che credono in ciò che fanno e vogliono condividerlo con noi.”

 

LICEO M. BUNIVA, PINEROLO

Maria Chiara, alunna 3 Arti Figurative

“È una grande opportunità per scoprire le proprie attitudini e, allo stesso tempo, una grande sfida finalizzata a saperle applicare concretamente e ad unirle insieme a quelle degli altri per un unico scopo comune: creare e comunicare arte”.

Elettra, alunna 3 Arti Figurative

“Il progetto Ulisse ci ha aiutato ad aprire la nostra mente, ad andare oltre a ciò che si può creare, imparare, formare dietro le porte di un’aula. È l’inizio di un lungo percorso che riguarderà il nostro rapporto con il mondo esterno, fatto di sfide, fiducie reciproche e tanta passione comune. È bello quanto incredibile come la Fondazione Cosso creda in noi, in ciò che siamo e che vogliamo diventare. Il futuro è dei giovani e chi ne prende atto sta un passo avanti”.

Per maggiori informazioni sul progetto:

Segreteria Fondazione Cosso

C/o Castello di Miradolo – San Secondo di Pinerolo (To)

  didattica@fondazionecosso.it www.fondazionecosso.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop