Torino News

TORINO, 26 April 2018

Mostre Torino Jazz Festival: TAKE FIVE emozioni su un pentagramma - mostra alla Biblioteca Civica Centrale

Negli orari di apertura della biblioteca - Ingresso libero

torino_jazz_festival_take_five_emozioni_su_un_pentagramma_mostra_alla_biblioteca_civica_centrale_news_torino_torino_piemonte
  @Carlo Mogavero-Hamid Drake.jpg
Condividi
Indicazioni di contatto
biblioteca civica centrale
Via della Cittadella,5
Torino 
 

TAKE FIVE
emozioni su un pentagramma
mostra
Dal 28 aprile all'11 maggio  
Biblioteca Civica Centrale - via della Cittadella 5

Negli orari di apertura della biblioteca - Ingresso libero
Inaugurazione: venerdì 27 aprile, ore 18, con Jazz Performance di Alfredo Ponissi, sassofoni Photo Exhibition & Jazz Performance Project  
Fotografie di Carlo Mogavero, Patrizio Gianquintieri, Massimo Novo, Mamo Delpero

 

Interpretazione fotografica del viaggio emozionale che i musicisti e gli ascoltatori intraprendono durante il flusso creativo di un brano o un concerto jazz. Come i musicisti di una band, quattro fotografi danno vita a una narrativa, allo stesso tempo personale e collettiva, fatta di oltre 30 immagini che creano un percorso visivo fatto di suoni ed emozioni. Nella serata inaugurale, un musicista decodificherà le fotografie esposte facendole ritornare musica.

 

Il fotografo musicale, che decide intraprendere la difficile arte del fotografare i musicisti durante i live, si trova a ritrarre anche suoni e emozioni, impresse sui volti e sui corpi degli artisti, nel momento in cui essi creano la loro musica. Questo è ancora più vero nel Jazz, dove l’improvvisazione è un creare ed immediatamente rendere fruibile una composizione estemporanea. 

Il fotografo dunque immortala un atto creativo, fissandolo per sempre in un’immagine. Sceglie quel momento, e non un altro, perché in quel momento tra lui e il musicista si crea una comunicazione emotiva: chi sceglie di fotografare la musica ama la musica. Mentre guarda per cercare l’attimo, ascolta: ed è così, che lo trova. 

Ogni fotografo compie un suo percorso emozionale durante un concerto. Mette sé stesso in gioco, anche emotivamente, e ottiene in questo modo un’immagine espressiva. 

In questa mostra quattro fotografi molto diversi tra loro, con una passione comune, il jazz, montano otto fotografie a testa su un pentagramma ideale che diventa la loro personale partitura di immagini, immagini pronte a diventare i suoni di un particolarissimo concerto. In fondo sono immagini scaturite a loro volta da suoni. Con loro anche un musicista, che ha collaborato al progetto: un quintetto, dunque. 

Cinque pannelli espositivi. Cinque le righe di un pentagramma. Take Five, suonava Dave Brubeck, con quel dinamismo che si percepisce procedendo nel percorso ragionato di una mostra del tutto inusuale e coinvolgente.

 

Nel pentagramma il bilanciamento tra le foto è totale, perché il fine è l’andamento armonico (sotteso o esplicito lo deciderà chi guarda) di una partitura insolita, ma composta di ritmo, note, impulsi, dinamiche… colori. Le emozioni ritratte sono state scelte con cura tra quelle presenti nella celebre ruota di Robert Plutchik.

In un concerto di Jazz quasi sempre si parte da una struttura predefinita e vi si improvvisa. In questa partitura di immagini l’improvvisazione (il fotografare secondo l’impulso emozionale) precede la composizione di quelle immagini, come note, in un pentagramma del tutto particolare. Ed è concepita in maniera rigorosa perché quelle emozioni siano espresse con la maggiore efficacia possibile. 

I due mondi così strettamente intrecciati, il giorno dell’inaugurazione, avranno la loro chiusura del cerchio con l’esecuzione, da parte dello stesso musicista che vi ha collaborato, della partitura fotografica: la sorgente sono i suoni, si arriva alle immagini, si ritorna ai suoni. I due mondi sensoriali si incontrano, si mostrano, alla luce del giorno, svelando una relazione che fino ad oggi era rimasta, quasi sempre, nascosta.

(testo di Daniela Floris)

 

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop