Torino News

TORINO, 27 April 2018

Teatro Le Guaratelle di Pulcinella 2 Maggio Cecchi Point

spettacolo teatrale di burattini

le_guaratelle_di_pulcinella_2_maggio_cecchi_point_news_torino_torino_piemonte
  Gianluca Di Matteo -Ph. Virgilio Ardy
Condividi

Il 2 Maggio alle 9,30 e in seconda replica alle 11,00, presso l’hub muticulturale Cecchi Point, in Via Antonio Cecchi 17 a Torino, l'Associazione Mus-e Torino Onlus, in collaborazione e con il patrocinio della Circoscrizione Sette, manderà in scena uno spettacolo teatrale di alto livello artistico ideato nell’ambito della partecipazione al progetto Erasmus Plus, “Le Guaratelle di Pulcinella”, per la Regia di Gian Luca Di Matteo, artista che fa parte dello staff educativo di Mus-e (durata 45 “)artista formatosi alla scuola dei burattinai di Napoli, ospite dei Festival di burattini e dei teatri specializzati in teatro di figura in Italia e all’estero (www.gianlucadimatteo.com).

(Spettacolo gratuito fino ad esaurimento posti- prenotazione obbligatoria 011658597)

Nel triennio 2018-2020 Mus-e Torino partecipa al progetto Erasmus+ di condivisione e scambio Arte por la convivencia, guidato dalla Fondazione Yehudi Menhuin a cui l’associazione Mus-e è affiliata, e coinvolgente, oltre all’Italia, il Belgio, la Germania, il Portogallo, la Svizzera e l’Ungheria.

Erasmus Plus è il programma dell’Unione Europea per l’istruzione, la formazione , la gioventu’ e lo sport che mira a creare tra studenti di scuola primaria, insegnanti e famiglie uno spazio per lo scambio di esperienze di formazione, buone pratiche e materiali didattici incentrati sulla cittadinanza europea, attraverso il lavoro su diverse aree artistiche.

 Lo spettacolo è il primo del calendario di altri eventi che verranno ideati nell’ambito di Erasmus Plus da Mus-e, vedra’ la partecipazione attiva di circa 400 alunni delle scuole primarie torinesi in cui Mus-e è presente nel piano PTOF con la sua didattica artistica, in qualita’ di spettatori di una straordinaria performance teatrale ‘made in Italy’! Pulcinella si incontra e si scontra con le figure tipiche del teatro popolare: il prepotente, il cane feroce,il boia, la morte... Il conflitto che ne nasce è sempre divertente, irriverente, catartico e animato con un ritmo inarrestabile. Dopo secoli che questo spettacolo si tramanda  girando tutto il mondo sulle braccia dei burattinai, oggi Gianluca Di Matteo lo continua a presentare nel suo teatrino. 

Il linguaggio dei burattini e la tradizione della commedia dell’arte costituiscono un importante riferimento educativo e didattico, utile ad amalgamare e far dialogare bambini con provenienze culturali eterogenee per tale motivo lo si è considerato un evento perfetto per suggellare la partecipazione attiva ad un progetto multiculturale europeo. Dopo aver assistito allo spettacolo, le classi guidate da Sandro Carboni (artista Mus-e nell’ambito del linguaggio teatrale) daranno un esempio performativo di come si può lavorare in tale ambito. Si aprirà poi un breve spazio di confronto, aperto agli interventi e alle domande dei bambini.

Pulcinella e i suoi canovacci sono l’esito di una tradizione orale trasmessa di bocca in bocca, di burattinaio in burattinaio, fin dal 1500. -spiega Gian Luca di Matteo - “Da sempre i burattinai viaggiano per piazze città, oltrepassano i confini instaurano intensi rapporti con le comunità che incontrano, allo stesso tempo il mio lavoro sviluppa intense radici dal momento che esso si basa su racconti delle comunità. "Le guarattelle di Pulcinella" è uno spettacolo pieno di vita e con un ritmo travolgente, adatto dai 3 ai 99 anni per lenire dispiaceri e pene, va bene anche contro il mal di testa e non ha controindicazioni. Non lasciatevelo sfuggire…!”

Tutta la mattinata sarà documentata e il materiale che ne sarà ricavato diverrà parte integrante del progetto Erasmus+: verrà infatti condiviso sulla piattaforma digitale dedicata e condiviso con tutti i partners europei del progetto.La partecipazione a questo tipo di partenariati e alle sue mobilità rappresenta per la scuola una opportunità di cambiamento in una dimensione europea, per stimolare processi di innovazione e miglioramento e promuovere i valori dell’inclusione e tolleranza “- spiega Paola Monaci Responsabile del Progetto Mus-e Torino Onlus.

Partecipano al progetto Erasmus+ per Mus-e Torinole scuole torinesi Anna Frank (con i plessi Anna Frank, Giachino e XXV Aprile) e Regio Parco (con il plesso De Amicis). Coordinano il progetto Paola Monaci, Claudia Serra, Alessandro Allera e Rossana Alessandria.

L'associazione Mus-e Torino che ha come mission L’arte per l’integrazione a scuola, fa parte di un progetto nato in Europa per iniziativa del violinista e direttore d’orchestra Yehudi Menuhin e si pone come esperienza di contrasto al disagio sociale attraverso l’espressione artistica. Come la scuola italiana, sin dall’indomani dell’Unità, si è trovata a dover affrontare un difficile compito di integrazione e formazione dei futuri cittadini, così anche oggi il sistema scolastico è chiamato ad una missione complessa, quella di dare strumenti per leggere e comprendere un presente multiforme, valorizzando l’espressione dell’individualità, inserita in un contesto collettivo.

L’Associazione Mus-e Torino Onlus svolge i laboratori didattici condotti da artisti/insegnanti esperti in danza, arti figurative, musica e teatro nei quartieri di Porta Palazzo, San Salvario, Falchera, Mirafiori Sud, Basse di Stura, Barriera Milano, Nizza Millefonti, Vanchiglia e Vallette.ll progetto Mus-e Torino è sostenuto dalla Compagnia di San Paolo, con il contributo della Fondazione CRT,  Reale Mutua Assicurazioni, Fondazione La Stampa Specchio dei Tempi, Rotary Club Torino Nord Ovest e Nord Est e Cento per Cento Lettori Torino.

  Informazioni per il lettore: www.mus-e.torino.it - tel. 011-658597

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop