Torino News

TORINO, 04 June 2018

Varie ARCHIVISSIMA il primo Festival degli Archivi 6-7-8 giugno 2018 a Torino

i workshop, progetti editoriali, laboratori didattici, conferenze, mostre, esposizioni artistiche, colazioni a tema, tour

archivissima_il_primo_festival_degli_archivi_6_7_8_giugno_2018_a_torino_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Tre direttrici principali – incontri, esperienze, contaminazioni – per un’intensa programmazione fatta di workshop, progetti editoriali, laboratori didattici, conferenze, mostre, esposizioni artistiche, colazioni a tema, tour archivistici alla scoperta di luoghi e protagonisti della memoria. Nato come evoluzione del format “La Notte degli Archivi”, tenutosi per due fortunate edizioni a settembre 2016 e 2017, il Festival si propone di trasformare la città di Torino, per tre giorni, nella capitale nazionale degli archivi, ponendo l’attenzione sulla loro storia e sul loro futuro, per provare a disegnare, insieme ai soggetti partecipanti, i possibili scenari di sviluppo dell’industria culturale, a partire da nuove modalità di valorizzazione dei patrimoni storici. Oltre 100 gli archivi coinvolti in tre giorni interamente dedicati alla scoperta, al racconto e all’approfondimento delle collezioni e della storia dei patrimoni. Un evento pensato per far “vivere” le istituzioni culturali e le aziende storiche della città, grazie a un palinsesto di eventi a ingresso libero ospitati in decine di sedi diffuse sul territorio e per favorire il racconto di esperienze dislocate su scala nazionale e internazionale.

Per poter accedere agli eventi del Festival è consigliato pre-registrarsi online.  Ogni utente che si accrediterà sulla piattaforma potrà ritirare il kit completo a partire dalle ore 8:00 del 6 giugno 2018 e per tutta la durata del Festival (con orario 8:00 - 18:00) presso il punto di accoglienza allestito nel cortile interno del Museo del Risorgimento di Torino (Piazza Carlo Alberto, 8).  Il Kit di entrata è composto da un Pass di accesso, un programma cartaceo e materiali promozionali relativi ad alcuni musei.  Il Pass di accesso permette di avere la *priorità sull’entrata dei singoli eventi, **Alla Notte degli Archivi, nonché l’ingresso ridotto in alcuni musei che hanno aderito all’iniziativa.

PROGRAMMA COMPLETO www.archivissima.it

ARCHIVIO STORICO DELLA CITTÀ DI TORINO

6 giugno – ore 18,00-20,00

h. 18,00 Esposizioni. Apertura della mostra Torino e i suoi fiumi. Otto secoli di storie con l’inaugurazione di due nuove sezioni: Torino e i suoi fiumi nell'obiettivo di Dario Lanzardo

- La risata scorre sul fiume, a cura di Erik Balzaretti.

La mostra, a ingresso libero, espone oltre 300 pezzi tra fotografie, documenti, incisioni, riviste e disegni.

7 giugno – ore 18,00-23,00

h. 18,00 Esposizioni. Apertura della mostra Torino e i suoi fiumi. Otto secoli di storie.

h. 21,00 Incontro. Il tempo, la memoria, la testimonianza per i giovani patrimonio dell’umanitàIncontro con Ernesto Olivero, fondatore del Sermig, e Matteo Spicuglia, giornalista Rai.

8 giugno – ore 18,00-23,30

h. 18,00 Esposizioni. Apertura della mostra Torino e i suoi fiumi. Otto secoli di storie.

h. 18,30 e 21,45 Degustazioni tra le spezie

L’antica Farmacia Omeopatica, fondata a Torino dallo «speziale» Pietro Arnulfi nel 1861 e riallestita nei locali dell'Archivio, apre eccezionalmente le porte per rievocare l’«ora del vermouth», un rito sociale serale simile alla moderna happy hour, a cui partecipavano artisti, professionisti, politici e debuttanti in società.

Vermouth e amari offerti da “Antica Torino. Manifatture liquori”.

h. 19,00 Proiezioni. Il fiume, i torinesi e il tempo libero.

Filmati dell’Archivio Nazionale Cinema Impresa nell'ambito del progetto “Mi Ricordo”.

h. 21,00 Concerto. Conservatorio Statale di Musica Giuseppe Verdi di Torino

h. 22,00 Incontro con lo scrittore Enrico Pandiani. Le scure acque dei fiumi

L’OPERA DI ARRIGO LORA TOTINO E LA VISITA ALL’ARCHIVIO STORICO DELL’ACCADEMIA ALBERTINA
6, 7, 8 giugno 16:00 - 16:30 / 17:00 - 17:30
Visita guidata Accademia Albertina di Belle Arti di Torino Presentazione di materiali dall’Archivio Storico dell’Accademia Albertina presso la biblioteca dell’Accademia (accesso limitato a 30 persone per volta, su prenotazione) e fruizione dei mostra dei materiali dall’archivio di Arrigo Lora Totino, presso la Pinacoteca Albertina, tramite visite guidate (accesso limitato a 30 persone per volta, su prenotazione).

INCONTRO CON PIERGIORGIO ODIFREDDI 
8 giugno ore 19 Archivio e Museo Storico Italgas Corso Palermo, 3 - 10152 Torino

UN ASSAGGIO DELLA TRADIZIONE EBRAICA PIEMONTESE ATTRAVERSO LE TESTIMONIANZE ARCHIVISTICHE Visita guidata Archivio Ebraico Terracini Piazzetta Primo Levi, 12 -  Torino 
ore 11:00 - 11:30 - 12:00 - 14:00 - 14:30 - 15:00
L’Archivio Ebraico Terracini è nato nel 1968 in seno alla Comunità ebraica di Torino, sulla base di un lascito di manoscritti ed edizioni rare di Benvenuto e Alessandro Terracini. Nel 1973 si è reso ente autonomo. Nel tempo ha acquisito un eccezionale patrimonio in particolare riferito alla storia e alla cultura ebraica piemontese, patrimonio dichiarato “di notevole interesse storico” dalla Soprintendenza Archivistica.

NOI SIAMO LE COLONNE Conferenza a tema, Inaugurazione mostra. Modera: Ajani Gianmaria (rettore)
7 giugno ore 18 Archivio Storico dell’Università di Torino  Via Verdi, 8 -  Torino 

La mostra, che verrà inaugurata in Aula Magna alla presenza del Rettore, offre un saggio della ricchissima collezione, che comprende documenti manoscritti, libri, quadri, oggetti, manifesti riguardante la storia e la vita dell’Ateneo dal Cinquecento agli anni Settanta del Novecento, con particolare attenzione al mondo studentesco e alle sue espressioni creative. A seguire visita della mostra dalle 19:00 alle 20:00

8 giugno ore 09:00 - 23:00  Mostra Noi siamo le colonne. Il mondo degli studenti tra goliardia e istituzioni
Archivio Storico dell’Università di Torino

BAMBINI IN FABBRICA: I BOCIA DI EINAUDI E GOBETTI Campus Luigi Einaudi Lungo Dora Siena, 100/A - Torino. La mostra racconta il lavoro minorile nelle fabbriche biellesi tra Otto e Novecento. Un cantiere di ricerca storica aperto nel 2014, arricchito grazie alla sinergia tra il DocBi Centro Studi Biellesi, già produttore della prima versione, e il Centro studi Piero Gobetti di Torino, la Biblioteca Civica di Biella e l’Associazione ex Asilo Ferrua di Camandona (BI).
La mostra sarà visitabile fino all’8 giugno.

ALLA SCOPERTA DELLA COLLEZIONE GARNIER VALLETTI Visita guidata. Archivio Storico dell’Accademia di Agricoltura di Torino. 6 e 7 giugno 19:30 - 22:30. Due sono gli archivi: lo storico e il Garnier Valletti.
Il primo è costituito dalla documentazione prodotta e raccolta dall’Accademia da quando è stata fondata (1785) col nome di Società Agraria. Lo strumento di consultazione più antico è dato dal Catalogo delle memorie manoscritte possedute dalla R.Società Agraria, databili dalla prima metà dell’Ottocento. L’archivio è stato recentemente strutturato suddividendolo in dieci serie che riflettono l’attività e l’organizzazione dell’Accademia: Statuti e Regolamenti; Organi Direttivi; Soci; Attività scientifica; Orti sperimentali; Concorsi; Esposizioni; Corsi e Scuole; Amministrazione; Biblioteca. Il Garnier Valletti è un archivio particolare comprendente non un corpo organico di documenti, ma un insieme, quasi una collezione, di disegni preparatori per la realizzazione di frutti artificiali (1200 frutti e 600 varietà di uve), misti a corrispondenza e tipologie diverse di documenti

8 giugno ore 20:00 INCONTRO CON ELENA ACCATI – I FRATELLI RODA, ARCHITETTI DEL PAESAGGIO E ILLUSTRI POMOLOGI Archivio Storico dell’Accademia di Agricoltura di Torino. Incontro dedicato ai Fratelli Giuseppe e Marcellino Roda architetti del paesaggio e studiosi di pomologia.
Visite guidate 19:00 - 23:00. 

Archivio Storico Reale Mutua. Via Garibaldi, 22 - Torino Apertura del museo: 19:00 – 23:00. La Società Reale Mutua di Assicurazioni è la più grande Compagnia assicurativa italiana costituita in forma di mutua. Nata nel 1828, Reale Mutua ha percorso da allora quasi due secoli di storia
APERTURA STRAORDINARIA DELL’ARCHIVIO

Bibliomediateca "Mario Gromo". 
6, 7, 8 giugno 09:30 - 17:30 Per tutti coloro – studiosi, studenti o semplici curiosi – che vogliano consultare liberamente materiali e preziosi documenti.
A cura dell’Archivio Storico del Museo Nazionale del Cinema
Su prenotazione. Per info e prenotazioni: 011 8138596 oppure archivio@museocinema.it

INCONTRO CON GIUSI MARCHETTA – TRA LE PAGINE DELLA BIBLIOTECA Biblioteca Civica Centrale 8 giugno 19:30 - 21:00 Un viaggio alla scoperta della storia, dei documenti e dei servizi della Biblioteca Civica di Torino.
Dal racconto del passato e del presente, per costruire insieme la Biblioteca del futuro. Apertura archivio: 19:30 – 23:00


APERTURA STRAORDINARIA BIBLIOTECA REALE
8 giugno. I Musei Reali aderiscono a La Notte degli Archivi con l’apertura straordinaria della Biblioteca Reale, che sarà accessibile gratuitamente al pubblico tra le 20 e le 23 (ultimo ingresso ore 22). L’ingresso gratuito consentirà anche la visione della mostra “La Cucina di buon gusto”, allestita nel Salone monumentale e nei caveaux sotterranei.
In occasione dell’evento, il Direttore della Biblioteca Reale, dott. Giovanni Saccani, condurrà due visite guidate alle ore 20.30 e 21.30.
Il biglietto di accesso ai Musei Reali resterà a pagamento.



DIETRO LA PUBBLICITÀ
. Mostra. 
6 e 7 giugno 15:00 - 20:00, 8 giugno 15:00 - 23:00
Centro Storico Fiat. Via Chiabrera, 20 - 10126 Torino.

Il fondo bozzetti del Centro Storico Fiat, digitalizzato in occasione di Archivissima, sarà in mostra durante i giorni della manifestazione. I disegni preparatori di autori come Sironi, Romano, Codognato, Riccobaldi, Dudovich, Puppo, testimoniano le tecniche, i ripensamenti, la ricerca di un linguaggio capace di raccontare, lungo l’arco del Novecento, l’azienda e i suoi prodotti.

8 giugno ore 21.30 TORINO-DETROIT E RITORNO. GLI ALBORI DEL FORDISMO ALLA FIAT
Tavola rotonda
Marco Revelli (sociologo e politologo), Sergio Pace (ordinario di Storia dell'Architettura presso il Politecnico di Torino e referente del Rettore per i servizi bibliotecari, archivistici e museali), Maurizio Torchio (Centro storico FIAT, responsabile). Centro Storico Fiat. Henry Ford è ricordato come uno dei più grandi imprenditori della storia. Seguace del pensiero taylorista e inventore della catena di montaggio, introdusse nel mercato americano la prima automobile prodotta su larga scala, il celebre Modello T. Noto per l’amicizia con Thomas Edison, Ford fu personaggio non privo di lati oscuri, testimoniati in particolare da uno spiccato antisemitismo e da un duraturo rapporto con Adolf Hitler. Sono trascorsi 70 anni dalla morte di Henry Ford e l’entrata dei suoi scritti in pubblico dominio – tra cui il poco noto L’ebreo internazionale: un problema del mondo – ci offre lo spunto per riflettere sulla sua figura, complessa, contraddittoria e difficile da decifrare. Chi era Henry Ford? È possibile “classificare” la sua visione imprenditoriale? Come consideravano Henry Ford intellettuali del calibro di Gramsci e Gobetti? Quali legami è possibile ricostruire tra Detroit e Torino? 

MUSEO DELLA RADIO E DELLA TELEVISIONE RAI 
Via Verdi, 16 -  Torino
8 giugno Visita guidata dalle ore 15:00 a mezzanotte 

Da 90 anni, ogni giorno, la Rai registra eventi, personaggi, cultura e cambiamenti della società italiana: un lungo racconto dell’evoluzione del nostro Paese che attraversa letteratura, musica, cinema, teatro e sport. Rai Teche, inserita dall’UNESCO nel registro della “Memoria d’Italia”, custodisce questo straordinario archivio radiotelevisivo di oltre 3 milioni di ore grazie ad apparati tecnologicamente all’avanguardia. L’archivio è accessibile a tutti grazie alle biblioteche della Rai. La Mediateca Rai di Torino ne promuove la fruizione con rassegne e attività didattiche e conserva 10.000 volumi, 90 riviste nazionali e internazionali su audiovisivo e pubblicità, raccolte storiche come Radiocorriere, Approdo letterario, Approdo musicale, Terzo Programma e la collezione pubblicitaria di Dino Villani con 2.600 manifesti pubblicitari.

Museo del Carcere Le Nuove Via Paolo Borsellino, 3 Torino 8 giugno Visita guidata dalle 19 ogni 20 minuti. Il complesso edilizio dell’ex carcere giudiziario de” Le Nuove”, realizzato tra il 1862 e il 1870 e utilizzato anche come luogo di reclusione durante il fascismo per gli oppositori del regime, fu trasformato dopo il 1945 ed è stato utilizzato fino al 2005. Oggi ospita il Museo omonimo, gestito dall’Associazione “Nessun uomo è un’isola”. Il percorso storico-museale offre allo spettatore la possibilità di scoprire le celle dove uomini comuni soffrirono la privazione della libertà per l’affermazione dell’Italia democratica; all’interno del museo vengono rievocati eventi criminali noti; le storie di fine Ottocento si alternano con quelle della Prima Guerra Mondiale, del Biennio Rosso, delle persecuzioni razziali, della Resistenza – in particolare nel famigerato Primo Braccio tedesco -, le rivolte, l’ultima esecuzione capitale in Italia, il terrorismo fino alla testimonianza dei valori universali nelle celle dei condannati a morte.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop