Torino News

TORINO, 28 July 2018

Teatro Torinodanza #Vertigine Corpo Links Cluster |Sabato 4 agosto 2018 BARDONECCHIA

Ingresso gratuito con skipass incluso. E’ necessaria la prenotazione!

torinodanza_vertigine_corpo_links_cluster_sabato_4_agosto_2018_bardonecchia_news_torino_torino_piemonte
Condividi

#VERTIGINE
CORPO LINKS CLUSTER
Sabato 4 agosto 2018, ore 17 - ore 17.45 - ore 18.30
BAITA CHESAL - BARDONECCHIA FRAZIONE MELEZET
OROGRAFIA

mk- Michele Di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoesh
prima nazionale

Ingresso gratuito con skipass incluso.
E’ necessaria la prenotazione!
Bardonecchia Booking, tel. 0122/999284 – info@bardonecchiabooking.com
Ritiro skipass presso seggiovia Melezet (almeno 15 minuti prima della performance) 

 

  «Il paesaggio è connivenza, stupore del vicino e del lontano, attraversamento.»

Michele Di Stefano

 

 

Di Michele Di Stefano e Lorenzo Bianchi Hoesch

Con Biagio Caravano, Roberta Mosca, Alberto Re, Laura Scarpini

Coreografia Michele Di Stefano

Musica Lorenzo Bianchi Hoesch

Organizzazione Carlotta Garlanda

Logistica Francesca Pingitore

Sistema audio LEM International - Silentsystem

mk 2018 in coproduzione con Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale / Torinodanza festival - nell’ambito del progetto “Corpo Links Cluster”, sostenuto dal Programma di Cooperazione PC INTERREG V A - Italia-Francia (ALCOTRA 2014-2020)

Con il sostegno del MiBACT

In collaborazione con Comune di Bardonecchia, Colomion e Bardonecchia Ski

 

 

Terzo e ultimo appuntamento in montagna per #VERTIGINE, tappa italiana del progetto triennale transfrontaliero, sviluppato fra Torino e Chambéry e sostenuto dal programma europeo ALCOTRA (Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera), Corpo Links Cluster, cappello sotto il quale Espace Malraux - Scène Nationale de Chambéry et de la Savoie (capofila), Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale / Torinodanza festival, Associazione Dislivelli di Torino e Université Savoie Mont Blanc stanno lavorando da un anno per costruire un nuovo modo di valorizzare il territorio attraverso l’innovazione culturale e creare un collegamento tra Italia e Francia attraverso le valli del Moncenisio.

 

Sabato 4 agosto si sale in quota con la seggiovia, per arrivare nella magia del Melezet dove Michele Di Stefano con il musicista Lorenzo Bianchi Hoesch trasporta in forma verticale l’esperienza dell’installazione Veduta, che guardava al paesaggio urbano e alle sue possibili fughe prospettiche. Lo stesso dispositivo viene applicato all’ambiente naturale delle montagne di Bardonecchia, costruendo una “camera con vista” in cui il pubblico fruisce la performance in cuffia, affacciato dalla baita panoramica di Chesal, osservando il panorama montano attraverso una visione in cui le distanze aumentano e si riducono, in cui la profondità e la verticalità emergono con tutta la loro potenza.

Di Stefano, che è stato in residenza sul territorio di Bardonecchia in due diverse tappe durante i mesi di giugno e luglio, ha cercato la complicità di chi vive la montagna attraverso il corpo (atleti, sportivi ed escursionisti) ma anche con chi la percepisce come esperienza culturale. In particolare la relazione con Alberto Re, amatissima e rispettata guida alpina, ha reso possibile individuare in ogni luogo della montagna un punto di vista dal quale orchestrare la condizione immersiva di visione e ascolto migliore per favorire la percezione di una scrittura terrestre, di una orografia creativa.  

 

La compagnia mk, in stretta collaborazione con il musicista Lorenzo Bianchi Hoesch, ha costruito con il progetto Veduta un dispositivo immersivo e olofonico in cui lo spettatore sperimenta lo spazio prospettico della città come luogo attivo di connessioni, abbracciando con la vista sia il presente che il possibile; un paesaggio che non è più semplicemente ciò che gli si para davanti, ma un concentrato di coincidenze e configurazioni che sembrano rimandare ad altro.

Questa “camera con vista” viene ora lanciata - con OROGRAFIA - su un territorio assai più vasto, che comprende l’insediamento umano e la verticalità della terra in un’unica visione e si configura come percorso di collegamento transfrontaliero, copertura di una distanza fatta di ambienti naturali e antropologie complesse. Prendendo come due estremi di questa traiettoria di lancio le città di Torino e Chambery, il luogo dell’indagine diviene l’asse di collegamento che si insinua nella curva delle Alpi, fiume sinuoso di esperienze particolari, legate al vissuto di piccoli centri e ad ampi orizzonti, legate cioè proprio alla “messa in tensione” del rapporto di apertura sensibile dell’uomo alla distanza.

 

Saranno proprio le esplorazioni particolari e le relazioni specifiche legate ai luoghi a costituire il contenuto base per la messa a punto di un nuovo spettacolo - in scena nel programma di Torinodanza il 12 e 13 ottobre alle Fonderie Limone di Moncalieri - che si propone di contenere il particolare in un formato in continua trasformazione e dialogo con i luoghi del suo accadere.

 

BIOGRAFIA

mk si occupa di performance, coreografia e ricerca sonora. Le ultime produzioni Robinson, Bermudas e Hey, sono in tour in Italia e all’estero; il gruppo ha prodotto poi formati ambientali ed installativi, come Veduta, dedicato alla visione prospettica della città e diversi progetti speciali per festival e istituzioni museali.  Tra le recenti committenze: Aterballetto, la Korean National Contemporary Dance Company, RIC.CI (Reconstruction Italian Contemporary Choreography), la Scuola Paolo Grassi di Milano e la Biennale di Venezia. Nel 2012 esce per i tipi di Quodlibet, Agenti autonomi e sistemi multiagente, di Michele Di Stefano e Margherita Morgantin, un testo di istruzioni coreografiche e report meteorologici. Nel 2014 la Biennale Danza di Venezia assegna a Michele Di Stefano il Leone d’argento per la Danza. Dal 2010 riceve il contributo MIBACT.

 

CORPO LINKS CLUSTER

Nell'ambito del Programma di Cooperazione PC INTERREG V-A Italia-Francia ALCOTRA 2014-2020

Realizzato da Espace Malraux - Scène Nationale de Chambéry et de la Savoie, Teatro Stabile di Torino - Teatro Nazionale / Torinodanza festival, Associazione Dislivelli e Université Savoie Mont Blanc

Con il patrocinio di Comune di Bardonecchia, Comune di Pragelato e Comune di Sauze di Cesana

In collaborazione con Bardonecchia Ski, Bardonecchia Slow Emotion, Centro Olimpico del Fondo, Centro Sportivo Rivets, BSIDE Climbing Park

 

 

COME ARRIVARE A BARDONECCHIA 

In auto da Torino: autostrada A32 Torino-Bardonecchia con uscita Bardonecchia oppure SS n. 24 e 335 della Valle di Susa fino a Bardonecchia.

In treno dalla Stazione FFSS di Torino Porta Nuova: un treno ogni ora (trenitalia.it).

Sarà possibile usufruire delle navette (Linea 1 andata e Linea 1 BIS ritorno) che collegano la stazione di Bardonecchia a Melezet dalle 16.30 alle 20. Orari disponibili sul sito del Comune di Bardonecchia.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop