Torino News

TORINO, 13 October 2018

Teatro Quattro metri (cubi) sopra il palco: all'Astra i boscaioli di Claudio Stellato

Per la prima volta a Torino “La Cosa”, lo spettacolo di nouveau cirque dell’artista italo-belga

quattro_metri_cubi_sopra_il_palco_all_astra_i_boscaioli_di_claudio_stellato_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Quattro metri cubi di legna, quattro boscaioli e quattro asce. Arriva al Teatro Astra per la Stagione TPE da venerdì 19 a domenica 21 ottobre La Cosa di Claudio Stellato, artista multidisciplinare nato a Milano che vive e lavora a Bruxelles.

I quattro boscaioli in scena tracciano un percorso artistico unico lavorando ancora una volta sulle nozioni di scomparsa e apparizione, superando le frontiere tra corpo umano e materia naturale, rivelando le possibilità di una coreografia del contorsionismo nutrita dalla pratica delle discipline circensi. Di volta in volta e contemporaneamente acrobati, ballerini, performer, attori, mago, artisti figurativi scenografi, i soggetti in scena superano le frontiere del genere nel tentativo organico e sensuale di mescolare l’arte del corpo in movimento ai i materiali naturali.

Lo spettacolo La Cosa è parte del progetto Bruxelles en Piste, nato dalla volontà del Ministero belga Promotion de Bruxelles e Les Halles de Schaerbeek, centro di produzione delle arti performative, per dare visibilità internazionale alla giovane creazione circense e coreografica di produzione belga. Una rete coordinata dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, e che coinvolge Fondazione Teatro Piemonte Europa, Torinodanza Festival, Fondazione Cirko Vertigo, Fondazione Teatro Ragazzi e Giovani per il Piemonte, la Fondazione I Teatri, Dinamico Festival, il circuito multidisciplinare ATER e il progetto Corpi e Visioni.

 

 

La Compagnia

Claudio Stellato artista multidisciplinare nato a Milano, vive e lavora a Bruxelles, dove dal 2014 è artista associato alle Halles de Schaerbeek. Dopo una formazione musicale alla scuola civica di jazz di Milano sperimenta il teatro di strada con diversi gruppi. Viaggia e si forma al circo e al teatro in diversi paesi, nel 2001 entra al Lido, Centre des Arts du Cirque di Tolosa. Tra il 2004 e il 2014 balla per diverse compagnie e registi: la Compagnia Kdanse, Olivier Py, Robert Olivan, la Compagnia Arcat, Fré Werbrouck, Karine Pontiès, la Cridacompany e L.O.D ed altre. Debutta con la sua prima pièce L’Autre nel marzo 2011 Al Théâtre des Brigittines a Bruxelles, da quattro anni è in tournée internazionali. Ha collaborato con la Cridacompany per il loro nuovo spettacolo Mama/papa carnaval realizzato nel settembre 2016. Nel dicembre 2015 per la compagnia di Nicanor di Elia, ha curato la regia di Bang! lo spettacolo di promozione del terzo anno all’ESAC Ecole Supérieure des Arts du Cirque. 

Mathieu Delangle scopre il mondo del circo nel 1998 durante l’anno come obiettore al Cirque du Docteur Paradi in Francia; partecipa a numerose creazioni con questa compagnia e con La brèche, centro nazionale delle arti circensi della bassa Normandia. A seconda dei progetti esplora aspetti differenti del processo creativo: luce, ideazione, costruzione, grafica, video. Nel 2007, costruisce lo scenario e la macchina teatrale dello spettacolo di Jeanne Mordoj, Éloge du poil, poi accompagna questa pièce per diversi anni in tournée come assistente della donna barbuta. Collabora regolarmente con diverse compagnie di circo, principalmente come costruttore, pittoreo macchinista, nello spettacolo La Cosa di Claudio Stellato è attore.

Julian Blight dopo la formazione in studi teatrali alla facoltà Paris III, e poi a Paris VII in sociologia, fonda un collettivo transdisciplinare con cui crea quattro spettacoli, delle serate performative e un ciclo di ricerca con ballerini, attori, artisti del circo e musicisti. In contemporanea si interessa alla fotografia e al video e fa qualche apparizione al cinema. Dopo aver lavorato alla Ménagerie de verre, diventa assistente alla regia di Bruno Geslin nello spettacolo Dark spring prima di creare la sua struttura artistica, La nébuleuse. Recentemente ha lavorato con Alain Buffard e attualmente collabora con Arnaud Saury.

Valentin Pythoud ha scoperto le arti della pista presso l'Élastique Citrique, la scuola di circo fondata dai suoi genitori a Nyon, in Svizzera. Dopo aver esplorato le diverse discipline si diploma all’ESAC Ecole Supérieure des Arts du Cirque.

 

 

Lo spettacolo

 

La Cosa

Venerdì 19 ottobre 2018 ore 21

Sabato 20 ottobre 2018 ore 21

Domenica 21 ottobre 2018 ore 17

 

Con Julian Blight, Mathieu Delangle, Valentin Pythoud, Claudio Stellato

Luci: Florence Richard

Coach: Nicanor De Elia

 

 

 

Installazione e progetto: Nathalie Maufroy

Realizzazione: Julian Blight, Renaud Bluy, Valentin Buyse, Mathieu Delangle, Nathalie Maufroy, Valentin Pythoud, Claudio Stellato.

 

Compagnia Claudio Stellato

 

 

Biglietti

INTERO: 22,00 €
RIDOTTO: 15,00 €
UNDER 26: 10,00 €

Info, biglietti e abbonamenti: www.fondazionetpe.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop