Torino News

TORINO, 10 November 2018

Teatro Colpevole o innocente? Decide il pubblico. Arriva a Torino «Terror» di von Schirach Giovedì 15 > domenica 18 novembre 2018 Scuola Holden

Nuova produzione TPE

colpevole_o_innocente_decide_il_pubblico_arriva_a_torino_terror_di_von_schirach_giovedi_15_domenica_18_novembre_2018_scuola_holden_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Il maggiore Lars Koch a bordo di un Tornado ha l’ordine di scortare fuori dallo spazio aereo del suo Paese un Airbus della Lufthansa dirottato da terroristi. A bordo ci sono 164 passeggeri. Quando il velivolo improvvisamente cambia rotta e punta sullo stadio di Monaco di Baviera dove è in corso la partita Germania--Inghilterra, Koch deve scegliere cosa fare: meglio abbattere l’aereo, sacrificando i passeggeri, o rischiare la vita dei 70 mila tifosi che gremiscono gli spalti?

Il dilemma è impossibile: la logica dei numeri non basta. Koch decide di distruggere l’aereo. Un missile aria-aria. Per questo viene processato ed è travolto da una serie di accuse. Ha obbedito ai suoi superiori? In questo caso di chi è la responsabilità? E lui, è colpevole o innocente? Una strage è pur sempre una strage, «L’umanità non è un mercato». A decidere del destino del maggiore, in quello che fortunatamente è un caso fittizio, è il pubblico, che al termine dello spettacolo si costituisce come giuria di un processo che mette in luce la vulnerabilità delle nostre democrazie e della condizione umana.

Terror, dell’avvocato, scrittore e drammaturgo Ferdinand von Schirach, è il testo teatrale più allestito nei Paesi di lingua tedesca. Con 1.110 rappresentazioni nella sola Germania, secondo il Deutsches Bühnenverein lo spettacolo è stato di gran lunga il primo classificato nei teatri della stagione 2016/2017, surclassando il Faust di Goethe e qualunque titolo di William Shakespeare.

La sua versione in italiano è una nuova produzione internazionale TPE - Teatro Piemonte Europa realizzata assieme a Paradise is here – Itinerant arts center (Svizzera), La Triennale Teatro dell’Arte (Italia), Fondazione Teatro Metastasio di Prato, Teatro Stabile del Veneto – Teatro Nazionale (Italia). Lo spettacolo, con la regia di Kami Wilhelmina Manns, va in scena per la Stagione TPE 18.19 alla Scuola Holden – Storytelling & Performing Arts (piazza Borgo Dora, 49 – Torino) da giovedì 15 a domenica 18 novembre 2018. 

 

Terror riproduce le complessità morali, etiche e legali di un atto bellico. L’accusa è di omicidio. Koch è innocente o colpevole? È una delle tante responsabilità del teatro affrontare le difficoltà del momento. E Terror non concede allo spettatore un attimo di distrazione. La necessità di votare, alla fine crea un’intensità particolare: il pubblico rimane legato ai protagonisti e al dibattito. Spiega la regista e direttrice di paradise is here Kami Wilhelmina Manns: «Dobbiamo essere aperti e flessibili al dialogo, alla discussione su quelli che sono i problemi, le esigenze, i bisogni, le atrocità e le (in)comprensioni della società in cui viviamo. C’è bisogno di creare luoghi e momenti di scambio e di dibattito, per evitare giudizi troppo semplici e affrettati, per rivelare nuovi, e costruttivi, punti di vista, e per riportare l’attenzione sui valori, i diritti e gli obblighi di base di ogni essere umano».

In sei Paesi nei quali Terror è stato rappresentato hanno votato 295.858 giurati. Per il 60,8% di loro Koch è innocente. Solo in Giappone, su quattro rappresentazioni sono stati registrati quattro verdetti di colpevolezza. Nell’autunno 2016 dal testo teatrale è stato ricavato in Germania un film per la tv con la regia di Lars Kraume. I telespettatori sono stati chiamati a esprimere online il loro verdetto. Sia in Germania sia in Austria hanno votato con una maggioranza dell'86,9% per l'assoluzione del pilota e il 13,1% per la colpevolezza. In Svizzera il pilota è stato assolto dall'84% dei votanti.

 

Ferdinand von Schirach. Nato nel 1964 a Monaco di Baviera, discendente da una famiglia nobile della Sorabia e nipote del gerarca e leader della Gioventù hitleriana Baldur von Schirach, è un avvocato penalista e scrittore tedesco. Pubblica il suo primo libro nel 2009 all'età di quarantacinque anni: Verbrechen (ed. italiana Un colpo di vento), raccolta di undici storie basata su casi giudiziari trattati nella sua vita professionale, che resta fra i bestseller di Der Spiegel per 54 settimane. Von Schirach diviene subito uno degli autori tedeschi di maggior successo. I suoi libri, tradotti in più di 35 lingue, hanno venduto milioni di copie in tutto il mondo e lo hanno reso una stella della letteratura tedesca celebrata a livello internazionale. Schuld (2010, ed. italiana I Colpevoli) è una nuova raccolta di racconti che attingono alla sua esperienza quotidiana di avvocato. Der Fall Collini (2011, Il caso Collini) tratta dell'omicidio dell'industriale Hans Meyer, già ufficiale nazista in Italia, per affrontare i modi controversi e a volte eccessivamente miti con cui il sistema giudiziario post-seconda guerra mondiale in Germania si è occupato degli ex nazisti. Seguono il trittico di racconti Carl Tohrbergs Weihnachten (Il Natale di Carl Tohrberg), il romanzo Tabù, una raccolta dei saggi scritti per Der Spiegel dal titolo Die Würde ist antastbar («La dignità è violabile», allusione ironica alla prima frase della Costituzione tedesca) e il testo teatrale Terror.

Kami Manns. È un’attrice e regista tedesca. Ha una formazione eclettica, che include studi di coreografia e regia, oltre a un master in Arts Administration presso l’università Ernst Busch Berlin, l’École Nationale Supérieure des Arts et Techniques du Théâtre a Lione e l’Università di Zurigo. Dopo numerose esperienze come assistente alla regia del regista russo Anatoly Vasiliev, inizia a lavorare con importanti istituzioni, come l’Opera di Monaco di Baviera, i Berliner Ensemble, l’Opéra National de Lyon, l’Opéra National Comique de Paris, il Teatr Wielki di Varsavia. La dimensione interdisciplinare e quella internazionale sono determinanti nei suoi lavori, caratterizzati da un forte valore sociale.

 

________________________________

 

Lo spettacolo

Da giovedì 15 a domenica 18 novembre 2018

Orari: gio, ven, sab h 21; dom h 17.

 

Scuola Holden – Storytelling & Performing Arts

Piazza Borgo Dora, 49 - Torino

 

TERROR

di Ferdinand von Schirach

 

Regia: Kami Manns

Con: Antonella Attili, Paolo Musio, Andrea Dolente, Giampaolo Gotti, Pietro Faiella, Margherita Coldesina

Video e multimedia: Nicolas Joray

Scenografia: Alfons Flores

Luci: Susanne Auffermann, Kami Manns

Progetto in collaborazione con IED - Istituto Europeo di Design

Costumi degli attori protagonisti e delle comparse a cura di Davide Paietta, Alessia Scasserra, Giuseppe Serra (studenti del Corso di Fashion Design) e di Tatiana Ciardo e Martina Plazzi (studenti del Corso di Fashion Styling)

Tutor: Olivia Spinelli

Assistenza regia: Donia Sbika

Traduzione: Sonia Antinori

Publisher: Arcadia/Media

Produzione: paradise is here - itinerant arts center (Svizzera), FOG Triennale Milano Perfoming Arts, Fondazione Teatro Metastasio di Prato, Teatro Stabile del Veneto - Teatro Nazionale, TPE - Teatro Piemonte Europa

 

Biglietti

INTERO: 22,00 €
RIDOTTO: 15,00 €
UNDER 26: 10,00 €

 

Apertura biglietteria un’ora prima dello spettacolo.

Info, biglietti e abbonamenti: www.fondazionetpe.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop