Torino News

TORINO, 02 December 2018

Teatro Festival dell’Operetta al Teatro Alfieri Torino dal 7 al 9 dicembre 2018

Gran Gala’ di Operette e le più belle melodie - Bonsoir… Varietà

festival_dell_operetta_al_teatro_alfieri_torino_dal_7_al_9_dicembre_2018_news_torino_torino_piemonte
Condividi

A un autentico Viaggio d’amore, ovvero il Gran Galà di Operette, è affidato il compito di inaugurare il Festival dell’Operetta 2018-19 al Teatro Alfieri di Torino, venerdì 7 dicembre ore 20.45 e sabato 8 dicembre ore 15.30.

Il weekend prosegue con Bonsoir Varietà, in scena sempre all’Alfieri, sabato 8 dicembre ore 20.45 e domenica 9 dicembre ore 15.30.

Di entrambi gli appuntamenti, dal  7 al 9 dicembre, sono protagonisti Umberto Scida e tutto lo strepitoso cast e il corpo di ballo della Compagnia del Teatro al Massimo di Palermo.

 

Il calendario è particolarmente intrigante, per celebrare al meglio una storia d’amore, che ha più di 60 anni, tra Torino Spettacoli e la “piccola lirica”. Si rinnova infatti la grande tradizione operettistica che trova all’Alfieri il palcoscenico ideale per un pubblico di appassionati, di attenti conoscitori e di neofiti.

 

Dopo il weekend inaugurale, il Festival dell’Operetta prosegue a marzo con la Compagnia Italiana di Operette in Paese dei campanelli e Vedova allegra e ad aprile con la Compagnia d’Operette Elena D’Angelo in Scugnizza e Cin Ci Là.

Qui di seguito, il programma dettagliato.

 

 

Teatro Alfieri – venerdì 7 dicembre ore 20.45 e sabato 8 dicembre ore 15.30

COMPAGNIA DEL TEATRO AL MASSIMO DI PALERMO

Un Viaggio d’Amore

Gran Gala’ di Operette e le più belle melodie

UMBERTO SCIDA

con ANITA VENTURI ALBERTO PROFETA FEDERICA NEGLIA e il BALLETTO DEL TEATRO AL MASSIMO

di Marco Giacomazzi - coreografie Stefania Cotroneo - regia Umberto Scida

 produzione Teatro Al Massimo Stabile Privato di Palermo

Le melodie più famose e le scene comiche più divertenti che appartengono al mondo dell’operetta in una carrellata di duetti ed arie celebri legati da dialoghi e scenette che creano un filo conduttore divertente ed esilarante.  Umberto Scida ed i cantanti ed attori della Compagnia si avvicendano sul palco per esibirsi nei vari numeri musicali, vestendo i panni dei personaggi che sono rimasti nella memoria del grande pubblico che è appassionato dell’operetta, ma riescono a strizzare l’occhio anche a chi è poco avvezzo a questa forma di spettacolo, tanto sono avvincenti gli argomenti e coinvolgenti le melodie del programma.

Il tutto è condito dalla preziosa presenza del corpo di ballo che crea una cornice fresca e briosa aiutando lo spettatore a calarsi in una parentesi di spensieratezza, quadro dopo quadro. Un tuffo nella Belle Epoque, magica epoca in cui le storie dei nostri personaggi si dipanano, fra avventure amorose, tradimenti, equivoci e bei costumi.

 

 

 

Teatro Alfieri – sabato 8 dicembre ore 20.45 e domenica 9 dicembre ore 15.30

COMPAGNIA DEL TEATRO AL MASSIMO DI PALERMO

UMBERTO SCIDA

Bonsoir… Varietà

con ATTORI e CANTANTI e il BALLETTO DEL TEATRO AL MASSIMO

coreografie Stefania Cotroneo - regia Umberto Scida - produzione Teatro Al Massimo Stabile Privato di Palermo

Uno spettacolo basato sulla leggerezza e spensieratezza che sono proprie del Varietà, un viaggio nella musica all’insegna del divertimento. Da Napoli a Roma, da Parigi a Vienna, dalla Spagna all’Argentina, all’America con personaggi e canzoni di oggi e di ieri. Si alternano numeri di musica, attrazioni internazionali, magia e comicità. Al Cavallino Bianco fu uno spettacolo a metà strada tra l’operetta e la rivista che debuttò nel 1931 al Teatro Lirico di Milano, poi questo genere si diffuse col nome di “Rivista” con Wanda Osiris, Dapporto, Taranto, Macario, Rascel, Bramieri, Delia Scala, Sandra Mondaini e Raimondo Vianello. Da qui nacque l’avanspettacolo negli anni ’50, con Vittorio Caprioli, Franca Valeri, Alberto Bonucci, per poi arrivare alla Commedia Musicale di Garinei e Giovanni negli anni ‘60.

Bonsoir… Varietà: musica, canto, ballo, luci, gag, attrazioni internazionali, balletti e piume alla francese e tanta allegria. Un grande spettacolo, con ricchezza di costumi e scenografie.

*

Teatro Alfieri – venerdì 8 marzo ore 20.45 e sabato 9 marzo ore 15.30

COMPAGNIA ITALIANA DI OPERETTE con CLAUDIO PINTO e CLEMENTINA REGINA

Il Paese dei campanelli

di Carlo Lombardo e Virgilio Ranzato – direzione musicale Maurizio Bogliolo – coreografie Monica Emmi

regia Emanuele Gamba – produzione Nania Spettacolo

L’operetta Il Paese dei Campanelli  è ambientata in un'immaginaria isola olandese. Questo nome è dovuto al fatto che su ogni casa c'è un piccolo campanello. La leggenda narra che se una moglie tradisce il marito, il campanello della casa in questione suonerà e tutti verranno a sapere quello che è successo. Anche se nessuno li ha mai sentiti suonare, gli abitanti non hanno il coraggio di dimostrare il contrario. Tutto resta tranquillo fino all'arrivo di una nave militare inglese, costretta all'attracco nel porto dell'isola da un incendio sviluppatosi a bordo. Gli ufficiali scendono a terra e... accade l'inevitabile! Hans, il comandante, fa suonare il campanello con Nela, Tom lo fa suonare con BonBon e La Gaffe, per un imperdonabile errore, con Pomerania, la donna più brutta del paese. La Gaffe purtroppo combina un'altra gaffe: arrivano sull'isola le mogli degli ufficiali e, senza colpa, rifanno suonare i campanelli…

La leggenda narra che se un giorno ogni cento anni i campanelli resteranno muti, non suoneranno mai più. Quel giorno cade proprio durante la sosta degli ufficiali. Tutti sono avvertiti, nessuno vuole trasgredire, ma…

 

Teatro Alfieri - sabato 9 marzo ore 20.45 e domenica 10 marzo ore 15.30

COMPAGNIA ITALIANA DI OPERETTE con CLAUDIO PINTO e CLEMENTINA REGINA

La Vedova allegra

di Franz Lehàr – direzione musicale Maurizio Bogliolo – coreografie Monica Emmi

regia Flavio Trevisan - produzione Nania Spettacolo

La Vedova Allegra, operetta per antonomasia musicata in maniera magistrale da Lehàr, è ambientata a Parigi, presso l’Ambasciata del Pontevedro e ha per protagonista Hanna Glavary, vedova del ricco banchiere di corte.

L’ambasciatore pontevedrino, il Barone Zeta, riceve l’ordine di combinare un matrimonio tra Hanna e un compatriota per far sì che la dote della ricca vedova resti nelle casse dello Stato. 

Il Barone Zeta, coadiuvato da Njegus segretario un po’ pasticcione, tenta di risolvere la situazione, innescando però una serie di equivoci comici trascinanti che condurranno nonostante tutto ad un lieto fine.

*

 

 

 

 

Teatro Alfieri - sabato 13 aprile ore 15.30

COMPAGNIA D’OPERETTE ELENA D’ANGELO

Scugnizza

operetta in tre atti di Carlo Lombardo e Mario Costa - regia Elena D'Angelo

orchestra Grandi Spettacoli - direttore Marcella Tessarin - coreografie Giada Bardelli - corpo di ballo Flexpoint

direzione artistica Gianni Versino - produzione Gruppo da Camera Caronte

con Matteo Mazzoli  Francesco Tuppo  Merita Di Leo   Gianni Versino  Maresa Pagura  Diego Galtieri

Carlo Randazzo  Paola Scapolan  Davide Capitanio

Nella festosa cornice di Napoli, due scugnizzi Totò e Salomè, con la loro fitta schiera di amici, conducono una vita spensierata. In vacanza a Napoli si trovano anche alcuni turisti americani, fra cui il ricco vedovo Toby Gutter, sua figlia Gaby ed il suo segretario Chic. Gli scugnizzi, con Salomé in testa, portano una ventata di felicità nella vita degli americani e mister Toby matura la decisione di sposare la “scugnizza” e di portarsela in America.

 

Teatro Alfieri - sabato 13 aprile ore 20.45 e domenica 14 aprile ore 15.30

COMPAGNIA D’OPERETTE ELENA D’ANGELO

Cin ci là

operetta in tre atti di Lombardo e Ranzato - regia Elena D'Angelo

orchestra Grandi Spettacoli - direttore Marcella Tessarin

coreografie Giada Bardelli - corpo di ballo Flexpoint - produzione Gruppo da Camera Caronte

con Matteo Mazzoli Francesco Tuppo Merita Dileo Gianni Versino Diego Paul Galtieri

Carlo Randazzo Paola Scapolan Davide Capitanio

In una Cina da cartolina illustrata siamo in pieno Cion-ki-sin. I Principini della casa regnante, dopo essersi sposati, non hanno, però, le idee molto chiare su quelli che sono i doveri matrimoniali. E chi meglio dell’attrice cinematografica Cin Ci Là, giunta da Parigi per girare un film, potrà risolvere l’annoso problema?

La prima metà degli anni Venti fu il periodo di massimo fulgore per l’accoppiata di autori Lombardo-Ranzato. Ancora infatti non si erano spenti gli echi suscitati dal successo del Paese dei Campanelli, che, nel 1925, irrompe sui palcoscenici Cin-Ci-Là, una favola assurda, di una illogicità disarmante, dove però si ride, si ride di cuore! E’ infatti l’unica operetta italiana in cui anche il tenore ed il soprano, di solito relegati alle classiche parti seriose, con il loro candore esasperato riescono a strappare più di qualche applauso a scena aperta anche per le brucianti battute umoristiche e non soltanto per i loro virtuosismi vocali.

 

Prezzi biglietti singoli Festival operetta (riduzioni valide tutti i giorni):

posto unico € 23.50+ € 1.50 prev

rid.unificato (und 26, ov 60, Abbonati e Convenzionati Torino Spettacoli, Gruppi) € 16.50+ € 1.50 prev

 

 

Abbonamenti Festival operetta

a 2 spettacoli: nuovi Abbonati e rinnovi € 35

a 3 spettacoli: nuovi Abbonati e rinnovi € 45

a 4 spettacoli: nuovi Abbonati e rinnovi € 56

 

 

Informazioni e prevendite: Biglietterie Torino Spettacoli

TEATRO ERBA - Torino, c.Moncalieri 241 - tel 011/6615447

TEATRO GIOIELLO - Torino, v.Colombo 31 tel. 011/5805768

TEATRO ALFIERI - Torino, p. Solferino 4 - tel 011/5623800 - www.torinospettacoli.it

acquisti online: www.ticketone.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop