Torino News

TORINO, 12 December 2018

Varie Pif al Circolo dei lettori lunedì 17 dicembre, ore 21

...che Dio perdona a tutti (Feltrinelli)

pif_al_circolo_dei_lettori_lunedi_17_dicembre_ore_21_news_torino_torino_piemonte
Condividi
Indicazioni di contatto
IL CIRCOLO DEI LETTORI Torino
Via Conte Giambattista Bogino,9
Torino 
011 432 68 27  Link al sito  E-mail

È il debutto letterario di Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif, regista, autore televisivo, attore, conduttore radiofonico, e anche sceneggiatore. Si tratta di un libro esilarante che affronta, in modo originale e leggero, un tema profondo come il cristianesimo. Si intitola …che Dio perdona a tutti (Feltrinelli) e l’autore lo racconta al Circolo dei lettori lunedì 17 dicembre, ore 21. È la storia di un uomo che, per amore, decide di seguire alla lettera la parola di Dio. Con la sua inconfondibile voce, Pif esordisce nel romanzo con un’opera divertentissima che costringe a riconsiderare i rapporti che ci legano gli uni agli altri e il senso profondo delle parole solidarietà, uguaglianza, verità.

 

È la storia di Arturo, così si chiama il protagonista, trentacinquenne agente immobiliare di Palermo. Il suo principale obiettivo è mantenere immutato lo stato delle cose. La sua esistenza è piuttosto piatta e incolore, Arturo vive alla giornata, fino ad accorgersi che quella vita, pavida e talvolta ipocrita, non è vita bensì sopravvivenza. E come avviene questa trasformazione? Naturalmente grazie a una donna, si chiama Flora, e lavora nella pasticceria che Arturo frequenta tutti i giorni. Fa gli sciù più buoni di Palermo, il suo dolce preferito. E in un istante diventa la donna dei suoi sogni.

 

Sveglia, intraprendente, ma anche molto cattolica, Flora sulla religione ha la stessa pignoleria di Arturo sui dolci, ed è proprio così che lui la conquista, interpretando Gesù durante una Via Crucis. Quel giorno è per Arturo un vero calvario, perché durante il tragitto si accorge di aver dimenticato i più semplici insegnamenti cattolici e sbaglia tutto, dando vita a una rappresentazione ai limiti del blasfemo. Ciò nonostante, Flora s’innamora e per un periodo felice i due stanno insieme, senza che lei si accorga della sua indifferenza religiosa e, naturalmente, senza che Arturo la confessi… Un precario equilibrio, fatto di sotterfugi e risposte liturgiche bofonchiate a mezza voce, che non può durare. Quando lei se ne accorge, Arturo, un po’ per sfinimento e un po’ per provocazione, reagisce con insolita fermezza: seguirà alla lettera la parola di Dio. Per tre settimane.

 

All'anagrafe Pierfrancesco Diliberto, Pif inizia la sua carriera lavorando come assistente alla regia di Franco Zeffirelli in Un tè con Mussolini (1998) e con Marco Tullio Giordana ne I cento passi (2000). Nel 2000 Pif diventa autore televisivo, acquistando poi celebrità con Le Iene, dove lavora come autore e inviato dal 2001 al 2010. Nel 2007 per Mtv realizza Il testimone, il suo primo programma individuale, tra i più originali e innovativi del panorama televisivo odierno. Nel 2017 è su Rai3 con il suo Caro Marziano. Al cinema intervista Ettore Scola nel documentario Ridendo e scherzando. Nel 2013 debutta alla regia con il suo primo lungometraggio La mafia uccide solo d’estate, per il quale vince due David di Donatello, tra cui quello come miglior regista esordiente e un Efa (European Film Awards) come miglior commedia, dal quale è stata tratta una serie televisiva per Rai Uno. Il suo secondo film è In guerra per amore (2016). Feltrinelli ha pubblicato …che Dio perdona a tutti (2018), il suo primo romanzo.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop