Torino News

TORINO, 19 January 2019

Varie Poppy Sanchez e Max Kutschenreuter per l'ultimo giorno di FISH&CHIPS FILM FESTIVAL 2019 Domenica 20 gennaio

festival dei migliori lunghi e corti di genere erotico, fra anteprime nazionali e internazionali

poppy_sanchez_e_max_kutschenreuter_per_l_ultimo_giorno_di_fish_chips_film_festival_2019_domenica_20_gennaio_news_torino_torino_piemonte
  PURE SCREEN di Javier Farías
Condividi

Ultimo giorno della quarta edizione di Fish&Chips Film Festival, il festival che porta da quattro anni a Torino una selezione accurata dei migliori lunghi e corti di genere erotico, fra anteprime nazionali e internazionali. Anche quest’anno, con 50 FILM IN CONCORSO– 14 lunghi e 36 corti – ha offerto un ampio e variegato panorama sulla cinematografia erotica contemporanea, affiancando alle proiezioni, workshop e incontri per riflettere sul tema della sessualità in tutte le sue forme. Alle ore 21.00, al Cinema Massimo, la PREMIAZIONE dei film vincitori, seguita da un momento di confronto con i registi Poppy Sanchez e Max Kutschenreuter presenti in sala per raccontare e mostrate al pubblico alcuni corti del loro progetto di video educational sessuali espliciti SEX SCHOOL.

 

Ma il programma di sala va dalle ore 11.00, con la visione uncut dei primi tre capitoli dell’anime UROTSUKIDOJI - LEGEND OF THE OVERFIEND di Hideki Takayama, tratto dall’omonimo manga e universalmente riconosciuto come capostipite del genere tentacle rape, particolarmente diffuso in Giappone. Introdurranno il film il professor Marco Benoît Carbone, autore del libro “Tentacle Erotica. Orrore, Seduzione, Immaginari Pornografici” e le redattrici di “Nocturno” Chiara Pani e Ilaria Dall’Ara.

 

Per quanto riguarda il concorso, l’ultimo giorno propone al Cinema Massimo la proiezione di 4 lavori della categoria lunghi grazie ai quali il pubblico potrà spaziare dalla commistione fra amore e perversione, arte e tabù in scena alle 14.30 con THE ARTIST & THE PERVERT di Beatrice Behn, René Gebhardt, alla forte -quanto drammatica- rivendicazione dei diritti delle sex workers mostrata da Ovidie in EVERYTHING'S BETTER THAN A HOOKER, in scena alle 16.30. Alle 18.00MISS ROSEWOOD di Helle Jensen sfiderà i limiti del pubblico con la sua irriverenza mentre alle 19.30, al contrario, chiuderà la sezione la proiezione, dalle tinte a tratti delicate e romantiche, di LANDLOCKED di Lívia Cheibub.

Due le sessioni di corti in programma, al Blah Blah, una con inizio alle ore 16.00 Concorso Corti 5, e la seconda, subito di seguito, mentre ci si sposta allo Spacenomore per la proiezione delle ore 18, Concorso Corti 6 XXX, dai contenuti più estremi e pruriginosi.

 

I film vincitori di questa quarta edizione del festival saranno annunciati alle ore 21.00, al Cinema Massimo, durante la SERATA DI CHIUSURA. Qui il regista Davide Ferrario, il critico cinematografico Sandro Avanzo e la videoartista Titta Cosetta Raccagni assegneranno il Premio al Miglior Lungo Fiction (1.000€), selezionato fra i 7 lunghi di finzione in competizione, mentre, grazie alla nuova partnership con Sky/Cielo, uno dei 5 documentari lunghi riceverà il Premio alla distribuzione CIELO – THE BODY OF SEX. La selezionatrice e produttrice Séverine Petit, il critico Lorenzo Rossi e l’artista e pornoattivista Slavina, assegneranno invece i titoli di Miglior Corto e Miglior Corto XXX (300 € ciascuno) alle pellicole brevi vincenti fra le 36 in gara.

 

Ultimi due appuntamenti fuori dal cinema: alle ore 12.00 al PAV - Parco Arte ViventeVISITA GUIDATA ALLA MOSTRA WEED PARTY III – IL PARTITO DELLE ERBACCE DI ZHENG BO, prima personale italiana dell’artista cinese che nella sua analisi sociale e politica utilizza la Natura come metafora. Nei film del ciclo Pteridophilia eco-sessualità e mondo queer si incontrano e vengono indagati con uguale curiosità. Ingresso e visita guidata 3€. Per prenotare info@fishandchipsfilmfestival.com.

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA - PRANZO PSICOEROTICO, alle ore 12.30, presso il Blah Blah, sarà un percorso fra fotografia terapeutica e scrittura creativa per dare spazio a una ricerca intima verso il benessere fisico e psichico, a cura di Serena Calò, psicologa e psicoanalista, e Slavina, scrittrice e pornografa femminista. Ingresso 10€. Per prenotare info@fishandchipsfilmfestival.com.

 

Ultimo giorno anche per visitare la mostra GINGER&GLAMOUR che espone manifesti e locandine erotico/pornografiche da collezione. L’ingresso è libero, presso Spacenomore, dalle 11.30 alle 19.30.

 

FISH&CHIPS FILMFESTIVAL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA EROTICO e DEL SESSUALE

4a edizione 17 - 20 gennaio 2018, Torino

Realizzato da Associazione Fish&Chips

In partnership con Museo Nazionale del Cinema

Sponsor: Bitter Rouge

Sponsor tecnici: Giano Design, Poormanger, Silvia Picari, Wovo, Stramonio, Lacumbia Film, Wetaxi

Partner tecnici: Blah Blah, Bunker, Spacenomore, GxT

In collaborazione con PAV - Parco Arte Vivente, Piemonte Movie, Seeyousound, TOHorror, Dams Torino

Con il patrocinio di Città di Torino

Media Partner: Cielo, Revry, Cinemaitaliano.info, Agenda del Cinema Torino, Taxidrivers

 

Luoghi

Cinema Massimo Via G. Verdi, 18 / Blah Blah Via Po, 21 / Spacenomore Via Giambattista Bogino, 9 / Bunker Via Niccolò Paganini, 0/200 / PAV – Parco Arte Vivente Via Giordano Bruno, 31

 

Info www.fishandchipsfilmfestival.com |info@fishandchipsfilmfestival.com

Facebook facebook.com/fishandchipsfilmfestival |Twitter twitter.com/fish_chipsff | Instagram instagram.com/fishandchipsfilmfest

 

 

PROGRAMMA DI DOMENICA 20 GENNAIO

 

Dalle 11.30 alle 19.30 dal 17 al 20 GENNAIO - Spacenomore. Ingresso libero

GINGER&GLAMOUR – MOSTRA DI MANIFESTI E LOCANDINE EROTICO/PORNOGRAFICHE DA COLLEZIONE  

A cura di Massimo Russo

Dalle sale buie dei cinema a luci rosse degli anni Settanta e Ottanta, Ginger & Glamour presenta in mostra una selezione di manifesti di film hard, ormai documenti di cronaca e di analisi sociologica di un'epoca tanto moderna quanto naïve. Le locandine, ammiccanti e quasi mai esplicite, sono testimoni di un periodo in cui ancora esisteva la trasgressione: i curiosi reperti di un tempo nemmeno così lontano, che a noi non appaiono più né provocanti né provocatori, lasciano così spazio a una sensazione di nostalgia e rimpianto nell'evocare un passato prossimo che sembra veramente distante secoli.

 

Ore 11.00 - Cinema Massimo Sala 3  

UROTSUKIDOJI - LEGEND OF THE OVERFIEND  

BIRTH OF THE OVERFIEND (1987/Giappone/38’), CURSE OF THE OVERFIEND (1988/Giappone/59’), FINAL INFERNO (1989/Giappone/48’) di Hideki Takayama  

Come ogni 3000 anni la convivenza tra mondo degli esseri umani, mondo dei demoni e mondo delle bestie è messa a repentaglio dal risorgere dell'Overfiend, una creatura soprannaturale dagli immensi poteri e assetata di distruzione. Spetterà a Jyaku Amanu impedire che questo accada. Horror, erotismo e violenza nei primi tre capitoli, proiettati in versione uncut, di un anime post apocalittico, tratto dall'omonimo manga, universalmente considerato il capostipite del filone tentacle rape. Introdurranno il film il professor Marco Benoît Carbone, autore del libro “Tentacle Erotica. Orrore, Seduzione, Immaginari Pornografici” e le redattrici di “Nocturno” Chiara Pani e Ilaria Dall’Ara.

 

Ore 12.00 – PAV. Parco Arte Vivente. Ingresso e visita guidata 3€

VISITA GUIDATA ALLA MOSTRA WEED PARTY III – IL PARTITO DELLE ERBACCE DI ZHENG BO  

Weed Party III, a cura di Marco Scotini, è la prima personale italiana dell'artista cinese Zheng Bo, attento indagatore del rapporto tra natura, società e politica. L’uso frequente delle piante spontanee - considerate convenzionalmente erbacce - connette il suo lavoro a metafore politiche in cui ciò che è sgradito diventa una sostanziale forza ecologica per diffondere culture di resistenza e resilienza. I due film del ciclo Pteridophilia esplorano il potenziale delle teorie eco-queer mostrandoci giovani uomini intrattenere rapporti intimi con diversi tipi di felci in una foresta di Taiwan.  

Per prenotazioni info@fishandchipsfilmfestival.com

 

Ore 12.30 – Blah Blah. Ingresso 10€

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA - PRANZO PSICOEROTICO

A cura di Serena Calò, psicologa e psicoanalista, e Slavina, scrittrice e pornografa femminista

Il pranzo psicoerotico è uno spazio ludico in cui verranno sperimentate tecniche di fotografia terapeutica e giochi di scrittura per avvicinarsi in maniera nuova e positiva al mondo della pornografia e delle fantasie erotiche. La sessualità non è un mondo a parte ma influenza il nostro benessere fisico e psichico. Se vissute consapevolmente e senza sensi di colpa, le fantasie hanno una funzione terapeutica: ci parlano di noi, dei nostri desideri e bisogni attraverso delle metafore che possiamo sciogliere e rivelare grazie agli strumenti della Psicoerotica, metodologia che unisce sapere e piacere.

Per prenotazioni info@fishandchipsfilmfestival.com

 

Ore 14.30 - Cinema Massimo Sala 3

* Concorso Lunghi *

THE ARTIST & THE PERVERT di Beatrice Behn, René Gebhardt (2018, Germania/Stati Uniti/Austria, 96')  

George Friedrich Haas è un noto compositore austriaco, figlio di genitori nazisti. La sua compagna Mollena una kinky educator afroamericana. Nella vita di coppia lui è il dominatore e lei la schiava e musa, in un legame s&m che genera dubbi e incomprensioni nelle persone che li circondano... Amore, arte, perversione si legano a temi ancora tabù quali il concetto di razza e di dominazione nel documentario di chiusura dell'ultimo Pornfilmfestival Berlin.

* Corto Fuori Concorso *

PUBIC REGION di Joren Vandenbroucke (2018, Belgio, 1')

Un panorama alpino al di là delle solite caratteristiche paesaggistiche: così una valle stretta tra due montagne diventa, neanche a farlo apposta, un monte di Venere rovesciato... Basta solo aguzzare la vista ed essere fantasiosi. In ogni senso.

 

Ore 16.00 - Blah Blah

* Concorso Corti 5 *

SEX TAPES: LESSONS FROM A 7FT PENIS & FRIENDS di Tamara Scherbak (2018, Canada, 9')

Momenti di animazione, materiale d'archivio e interviste per raccontare la ultra ventennale carriera del comico e attivista canadese Norman Nawrocki, che con i suoi spettacoli parla apertamente e in modo spassoso di sesso, sotto ogni punto di vista.

SIXTY NINE CLUB di Rob Eagle (2018, Regno Unito, 20')

Nel 1965, quando l'omosessualità era ancora illegale, nasceva in Inghilterra il Sixty Nine Club, un'associazione gay riservata a tutti gli amanti della pelle, del denim e delle divise. Che fine hanno fatto oggi i membri di questo club sui generis?

PURE SCREEN di Javier Farías (2018, Venezuela/Argentina, 8')

Un bar, 4 tavoli separati, una ragazza, altre 3 che scherzano fra loro utilizzando gli smartphone e un uomo che legge un libro. Entra un ragazzo con un portatile e si siede. La tecnologia diviene strumento di voyeurismo. Con esiti a volte indesiderati.

BOTANICA di Noël Loozen (2017, Paesi Bassi, 13')

Twan vorrebbe diventare padre ma a nulla valgono i ripetuti amplessi consumati con la sua compagna nella serra in cui lavorano. Finché una sera non ricorre a una soluzione drastica. Quale? Scopriamolo in questo esilarante e grottesco cortometraggio.

EGG di Martina Scarpelli (2018, Italia, 12')

Una donna vive chiusa in una stanza cubica e segue la dieta che gli è stata imposta dal medico. Poi un giorno si trova costretta a dover mangiare un uovo: l'iniziale repulsione si trasforma in eccitazione e lo ingoia. Senza immaginarne le conseguenze.  

UNDER MOM’S SKIRT di Sarah Heitz de Chabaneix (2017, Francia, 12')

Florida. Lucie accompagna dal dottore la madre Béatrice, che parla esclusivamente francese, per farle da interprete. Quando scopre che si tratta di una visita ginecologica sente crescere l'imbarazzo dentro di sé. Ed è solo l'inizio...  

 

Ore 16.30 - Cinema Massimo Sala 3

* Concorso Lunghi *

EVERYTHING'S BETTER THAN A HOOKER di Ovidie (2018, Francia, 56')  

Svezia. Eva Maree aveva 27 anni quando è stata uccisa dall'ex compagno e padre dei suoi figli, che le erano stati sottratti poiché, nonostante i comportamenti violenti di quest'ultimo, in passato la giovane donna aveva lavorato come escort. Un abuso contro cui si era ribellata, divenendo la portavoce dei diritti delle sex workers. Purtroppo inutilmente. Una vicenda drammatica e incredibile, raccontata dalla ex performer Ovidie, già all'ultimo Fish&Chips con Pornocratie.

* Corto Fuori Concorso *

ST. SNEEZE di Monta Andzejevska (2017, Lituania, 1')

Quali differenze ci sono tra un orgasmo e uno starnuto? Parecchie e sostanziali, senza dubbio. Bisognerebbe spiegarlo alla suora protagonista di questo ironico cortometraggio, la quale, per un attimo, crede di essere la nuova Santa Teresa d'Avila...

 

Ore 18.00 - Cinema Massimo Sala 3

* Concorso Lunghi *

MISS ROSEWOOD di Helle Jensen (2017, Danimarca/Stati Uniti, 77')

Jon Cory di giorno è un restauratore di mobili antichi. Ma, al calare delle tenebre, si trasforma in Miss Rosewood, performer di burlesque unica nel suo genere: una terrorista transgender che porta in scena spettacoli in cui oscenità, costumi trash, volgarità assortite e fluidi corporei mettono a dura prova la resistenza del pubblico. Ma anche le barriere mentali e i limiti imposti contro cui ha deciso di combattere con le proprie irriverenti performance.

* Corto Fuori Concorso *

THE EVOLUTION OF ANIMAL GENITALIA di Mette Ilene Holmriis (2017, Danimarca, 6')

Nel regno animale gli organi che hanno una velocità di evoluzione maggiore sono quelli genitali. Che, spesso, hanno anche una valenza decorativa. Perché? I segreti della seduzione e dell'accoppiamento delle specie più disparate in un divertente corto animato.

 

Ore 18.00 – Blah Blah

* Concorso Corti 6 XXX *

THE BIKE CLUB di Poppy Sanchez (2018, Germania, 28')

Tre amiche e le loro bici. Lascive e determinate come pussycats uscite da un film di Russ Meyer, appena avvistano il bel Dante Dionys sfrecciare capiscono che è giunto il momento per un'orgia in officina, tra manubri, camere d'aria e telai. Prodotto da Erika Lust.

WELCOME TO ATHENS di Manelas Safiakas (2018, Grecia, 7')

Benvenuti ad Atene: la culla del pensiero occidentale che, nonostante i secoli di storia, non riposa sugli allori di un passato glorioso ma, anzi, vive proiettata verso il futuro. Qual è il suo segreto? Tener viva una delle tradizioni più significative degli antichi greci...

AN ILLICIT AFFAIR di Goodyn Green (2018, Germania, 20')

Un rapporto che si credeva terminato, tanto da lasciare spazio al matrimonio sia di lui che di lei con i propri partner. Poi un incontro casuale e la scintilla che scocca e torna ad ardere, di nascosto da tutti. Questo è il racconto di Imani a XConfessions.

THE CHEMO DARKROOM di Harvey Rabbit (2018, Germania, 17')

Come sopravvivere al cancro? Come sopravvivere alla chemioterapia e alle trasformazioni che questa reca con sé? Come l'alterazione della percezione del proprio corpo, con tutte le conseguenze che comporta, anche a livello sessuale.

DEAR BABE di Ethan A. Folk, Ty Wardwell (2018, Germania, 3')

Ci sono 1000 modi per lasciare un messaggio a qualcuno che si ama. Forse ricorrere a una lettera è un po' demodé, ma, disponendo di un barattolo di yogurt, un dildo e due amiche munite di strap-on e pronte a tutto, questa può essere la soluzione più stuzzicante.

INTOXICATE YOURSELF di Candy Flip, Jo Pollux, Theo Meow (2018, Germania, 6')

I versi di Charles Baudelaire nella traduzione di Aleister Crowley riecheggiano mentre Candy Flip, Jo Pollux e Theo Meow, già al Fish&Chips nel 2017 con Hanna & the Keta-Boys, ne seguono il dettame principale: inebriarsi. In ogni modo.

 

Ore 19.30 - Cinema Massimo Sala 3

* Concorso Lunghi *

LANDLOCKED di Lívia Cheibub (2018, Germania/Stati Uniti, 48')

Joana (Maria Riot) si è trasferita dall'Argentina a Berlino, città che la affascina soprattutto da un punto di vista umano. Una notte incontra l'enigmatico Thomas (Parker Marx): tra i due nasce immediata l'attrazione, dando il via a un rapporto segnato dai misteri di cui Thomas sembra volersi circondare. Un racconto romantico e intimo, basato su una storia vera, in cui sesso e tenerezza si muovono mano nella mano.

* Corto Fuori Concorso *

D.T.F. di Evie Snax (2018, Stati Uniti, 5')

Evie Snax sta passeggiando nel parco con alcune amiche. Intorno a loro l'erba, gli alberi, l'autunno. In un angolo, poco distante, Jiz Lee è seduta a leggere. Quando i loro sguardi s'incrociano la realtà svanisce e il sogno prende il sopravvento.

 

Ore 21.00 - Cinema Massimo Sala 3

PREMIAZIONE + SEX SCHOOL

THREESOMES (2018/Germania/38’), HEALTH (2018/Germania/7’) CONSENT (2018/Germania/5’), HOOK UP’S (2018/Germania/29’) SEXUALITIES (2018/Germania/6’)  

“Sex School” è una serie di lmati (espliciti e non) di educazione sessuale realizzati da un team di esperti, performer ed educatori che, in modo semplice, diretto ma anche interattivo, intendono affrontare argomenti di importanza comune e non sottovalutabile, quali il consenso o i rischi per la salute, e darci consigli pratici e utili, su come, ad esempio, approcciarci a un threesome o al sesso anale. A parlarci del progetto i registi Poppy Sanchez e Max Kutschenreuter.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop