Torino News

TORINO, 20 February 2019

Varie Vytenis Andriukakis alla prima giornata del Festival del Giornalismo Alimentare

Centro Congressi “Torino Incontra” - Via Nino Costa 8

vytenis_andriukakis_alla_prima_giornata_del_festival_del_giornalismo_alimentare_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Giovedì 21 febbraio 2019 è in programma la prima giornata del Festival del Giornalismo Alimentare, che accoglierà tra le ore 9 e le 18 ben 14 panel di lavoro distribuiti nelle due sale principali (Giolitti e Cavour) di Torino Incontra, il Centro congressi della Camera di commercio di Torino in via Nino Costa 8. In parallelo saranno attivati quattro laboratori pratici, a partire dalle ore 12, mentre dalle 14,30 alle 17,30 si svolgeranno gli appuntamenti B2B.

La giornata sarà incentrata sui temi legati alla salute alimentare e alla tutela del consumatore, grazie anche ai contributi di Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino, Fondazione Veronesi e Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte Liguria e Val d’Aosta.

Dopo i saluti delle istituzioni, i lavori si apriranno alle 10 in sala Cavour con l’intervento di  Vytenis Andriukaitis, Commissario europeo alla Salute e sicurezza, ospite del panel “Ci possiamo fidare?”, per un approfondimento sulle politiche per la tutela della salute alimentare dei cittadini portate avanti a livello europeo. Alle ore 12 interverrà Giancarlo Caselli, per fare il punto sui reati alimentari e spiegare quali sono gli strumenti a disposizione per combattere i crimini che attentano non solo alla nostra salute, ma anche al più importante comparto economico del nostro Paese. Alle 14 si parlerà della tutela dei consumatori in merito all’acquisto del cibo sul web, un’abitudine sempre più consolidata che si porta dietro, però, parecchi problemi legati alla sicurezza alimentare. Nel pomeriggio, alle 15 si aprirà la discussione su quanto realmente siano informati i consumatori sulle buone pratiche alimentari: tra i relatori, Carla Brienza, presidente dell’Ordine dei Tecnologi Alimentari, Benedetta Raspini, ricercatrice sostenuta dalla Fondazione Umberto Veronesi, Stefania Ruggeri, nutrizionista CREA e Samir Sukkar, medico dell’Ospedale San Martino di Genova, che sveleranno quanto falsi miti ed errate informazioni pesano ancora sulle scelte alimentari del consumatore.

Alle 16 si discuterà di obesità infantile, oggi una vera e propria piaga della cosiddetta società del benessere: sarà presente Gaetana Ferri, direttore alimenti del Ministero della Salute, per spiegare le politiche del Ministero delle Salute in merito alle norme sul cibo per i più piccoli.

In parallelo, in sala Giolitti, uno dei temi più caldi sarà quello legato alle nuove frontiere del veganesimo: due chef vegani di prim’ordine, come Pietro Leemann e Simone Salvini, in particolare, affronteranno i nuovi dilemmi che stanno attraversando questa “corrente di pensiero” (ore 15).  Sempre in sala Giolitti, al centro dei panel ci saranno il cibo Made in Italy, le strategie di promozione per il turismo enogastronomico, il ruolo delle Guide enogastronomiche come strumento di informazione non solo su come mangiare bene, ma anche su come nutrirsi correttamente. Tra gli ospiti, Enzo Vizzari, Guide L’Espresso, Eugenio Signoroni, Guide Slow Food, Massimiliano Tonelli, Gambero Rosso. A concludere i lavori, la lezione della professoressa Elsa Fornero sui rapporti tra sistemi finanziari e sistemi alimentari alle ore 17.

LABORATORI PRATICI

Ai tavoli di discussione si affiancheranno i laboratori pratici, quest’anno ancora più numerosi rispetto alla passata edizione per rispondere all’interesse crescente del pubblico del Festival che chiede più formazione per il proprio lavoro. Grazie alla collaborazione con il Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino, l’Istituto Zooprofilattico di Piemonte Liguria e Valle d’Aosta, INALPI, il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, Centrale del Latte di Torino, Eurofishmarket, Skretting, Assoittica e FoodLab,i partecipanti avranno modo di sperimentare pratiche e di acquisire conoscenze utili per chi scrive di cibo.

4 i laboratori di questa prima giornata, a partire dalle ore 12: “I sensi del Latte”, organizzato da Centrale del Latte di Torino, “L’Anisakis: quando c’è si vede?”, a cura di Eurofishmarket, rivista specializzata nella filiera ittica, “Latte. Sapori e Segreti”, a cura di Inalpi, azienda latteo-casearia, “Glutenfree? A caccia di allergeni”, a cura di Katia Leggio dietista e tecnologa alimentare.

Per info e iscrizioni: organizzazione@festivalgiornalismoalimentare.it

B2B

Torna potenziato anche l’appuntamento degli incontri B2B, durante i quali aziende e professionisti potranno incontrarsi e confrontarsi, grazie al supporto della Camera di commercio di Torino che coinvolgerà i suoi Maestri del Gusto e i produttori vitivinicoli a marchio Torino DOC. In questa prima giornata gli appuntamenti si svolgeranno dalle 14,30 alle 17,30. Per le iscrizioni, gratuite, mandare una mail a b2b@festivalgiornalismoalimentare.it .

 

EVENTI OFF

Come nelle scorse edizioni, al termine delle prime due giornate di lavori la discussione proseguirà fuori dal Centro Congressi, attraverso una serie di eventi off riservati ai giornalisti e blogger: un’occasione per scoprire curiosità e novità legate al panorama enogastronomico torinese e un momento di relax e convivialità.

Questo Giovedì 21, a partire dalle 19, presso la sede dell’Associazione Cuochi Torino sarà possibile partecipare a un aperitivo dedicato al Gustar Divino, per assaporare prodotti enogastronomici tipici alla presenza dei produttori.

Alle 19 e 30, invece, la Camera di commercio di Torino invita a “Palazzo” per un aperitivo offerto dai Maestri del Gustoe dai produttori di vini Torino DOC presso il magnifico Palazzo Birago e dedicato a “Torino Capitale del gusto”. Attraverso il fil rouge dell’innovazione si scopriranno vecchi e nuovi prodotti di successo: tra questi il primo sakè italiano al mondo, realizzato con il riso “penelope” vercellese e che sarà presentato in anteprima mondiale Torino – Shanghai durante la serata. Gli eventi off sono a posti limitati. Per iscriversi scrivere a stampa@festivalgiornalismoalimentare.it

 

Per fare incontrare le diverse professioni interessate alla comunicazione alimentareil Festival del Giornalismo Alimentare sarà inserito tra quelli validi per i crediti formativi dei giornalisti e delle professioni scientifiche e sanitarie.

Per l’accoglienza di tutti i partecipanti, il Festival potrà contare sul supporto degli studenti degli Istituti Alberghieri Maggia di Stresa (VB) e Beccari di Torino. Il pranzo di giovedì 21 febbraio sarà offerto dall’Associazione Cuochi di Torino in collaborazione con Inalpi. Pane e grissini verranno gentilmente offerti dall’Associazione Panificatori di Torino.

Gli chef dell’Associazione Cuochi Torino cucineranno la Zuppa della Marchesa:  una minestra ottocentesca di verdure, legumi e cereali, spesso con aggiunta di battuto di maiale, che la Marchesa Giulia di Barolo, dismessi i sontuosi abiti di velluto, offriva nell’800 ai poveri di Torino che si affacciavano al suo palazzo nel quadrilatero romano della città. Domani l’Associazione Cuochi farà rivivere questa pietanza storica in esclusiva per gli ospiti del Festival.

Gli aperitivi di fine lavori delle due giornate sono a cura di Funny Vegan con la collaborazione di To Be Events.

Il Festival del Giornalismo Alimentare è realizzato con il contributo di Compagnia di San Paolo, Camera di commercio di Torino e Fondazione CRT.

Ha ottenuto il patrocinio dell’Unione Europea, del Dipartimento Editoria Presidenza del Consiglio dei ministri, del Ministero per le politiche agricole, alimentari e del turismo MIPAAFT, di Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino e Comune di Torino, Università degli Studi di Torino, Slow Food Italia, Federazione Nazionale Stampa Italiana e Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, Ordine dei Giornalisti del Piemonte e Associazione Stampa Subalpina.

Main partner: Ferrero, Inalpi, Coop, Coalvi, Norwegian Seafood Council, Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana DOP, Smat, Italia Zuccheri, Yakult, Centrale del Latte di Torino, Costadoro e Progetto Ager, con il supporto scientifico dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, del Laboratorio Chimico della Camera di commercio di Torino,del Crea, del Barilla Center for Food and Nutrition, di Fondazione Veronesi e di Eurofishmarket.

È possibile accreditarsi online al sito www.festivalgiornalismoalimentare.it/accredito/

Il programma completo è disponibile on line sul sito: https://www.festivalgiornalismoalimentare.it/images/Programma_2019/FGA_programma_2019.pdf

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop