Torino News

TORINO, 06 April 2019

Teatro Jan Fabre. The Night Writer Giornale notturno Teatro Astra, Torino Da giovedì 11 a domenica 14 aprile 2019

Lino Musella (Gomorra. La serie) dà volto e voce a Jan Fabre

jan_fabre_the_night_writer_giornale_notturno_teatro_astra_torino_da_giovedi_11_a_domenica_14_aprile_2019_news_torino_torino_piemonte
Condividi

«Quando ero più giovane me lo dicevano tutti i giorni con un dito ammonitore / ”Tu vivi sul filo del rasoio / Sei una candela che brucia da sotto e da sopra (…)” / Io brucio sempre / Persino quando voi pensate che io non faccia niente / Brucio più violentemente di quanto concesso e previsto / Brucio e non solo per me / Ma anche per dare / Fuoco e luce agli altri / Proprio come dagli altri ho ricevuto / Fuoco e luce / Ho la febbre / Sono una torcia vivente / Da una vita intera / Al ritmo sfrenato del mio canto / A volte un cantante sentimentale / A volte un vecchio ladro».

Sono versi del belga Jan Fabre, classe 1958: artista, drammaturgo, scrittore, regista, performer, fra i più importanti e poliedrici artisti contemporanei al mondo. Nello spettacolo The Night Writer – Giornale notturno, Fabre ha estratto e condensato la sua autobiografia creativa, il suo pensiero estetico, le sue idee sull’arte e sulla vita, e ne cura direttamente anche scene e regia.

The Night Writer – Giornale notturno arriva per la prima volta al Teatro Astra da giovedì 11 a domenica 14 aprile 2019 per la stagione TPE. È una produzione Troubleyn / Jan Fabre e Aldo Grompone coprodotta da TPE -Teatro Piemonte Europa assieme a FOG Triennale Milano Performing Arts, LuganoInscena-LAC, Fondazione Teatro Metastasio di Prato, Marche Teatro e Teatro Stabile del Veneto.

A dare corpo e voce sulla scena a questo straordinario diario intimo è l’attore napoletano Lino Musella, noto al grande pubblico come interprete di Rosario Ercolano detto ‘O Nano nella serie Gomorra, premio Ubu 2018 per Ritratto di una nazione e fra gli attori più apprezzati della nuova scena italiana.

The Night Writer è un flusso di riflessioni, pensieri sull’arte e sul teatro, sul senso della vita, sulla famiglia, sull’amore e sul sesso, dai vent’anni del giovane ambizioso, autoironico e sempre fortemente determinato Jan Fabre, sino alla maturità dell’artista noto oggi in tutto il mondo. 

Il testo, tradotto in italiano da Franco Paris, comprende diverse pagine dei diari personali di Fabre, raccolti nei due volumi del Giornale Notturno e pubblicati in Italia da Cronopio, e brani tratti da La reincarnazione di Dio, L’Angelo della Morte, Io sono un errore, L’imperatore della perdita, Il Re del plagio, Corpo, servo delle mie brame, dimmi…, Io sono sangue, La storia delle lacrime, Drugs kept me alive.

Spiega Paris: «La lettura del diario ci introduce alle molteplici, contraddittore e intriganti sfaccettature di Jan Fabre, che si rivela di volta in volta visionario, disarmante e scaltro, pungente e commovente, provocatorio ed esitante, sovversivo e orgoglioso della propria tradizione figurativa fiamminga. (…) Emerge poi un’evidente e significativa discrepanza tra la vita del giorno, ricca comunque di impressioni, sensazioni, lavoro, performance, mostre, progetti e quella – se possibile ancora più intensa – della notte, intima, lacerante, sconvolgente, colma di furia creativa, ora meditativa, ora “sanguigna”. L’affermazione di una curiosità senza limiti e di un’inesauribile energia ruotano già in queste pagine intorno al ruolo del corpo, un corpo che è nel contempo spirituale e materiale, culturale e viscerale, sede del pensiero ma anche di sangue, urina, sperma, nucleo dell’eterno flusso di nascita-morte-rinascita. (…) Un ritratto al rosso profondo e coinvolgente».
 
_______________

 

Jan Fabre

 

Nato ad Anversa nel 1958, è artista visivo, regista e autore teatrale, da quarant’anni tra le figure più innovative della scena internazionale. Dopo gli studi all’Istituto di arti applicate e all’Accademia Reale di Anversa, esordisce con performance nel solco della body-art (My body, my blood, my landscape, 1978). Nel 1980 crea il suo primo spettacolo, Theater geschreven met een Kiseen kater, a cui seguono This is theatre as to be expected and foreseen (1982), della durata di otto ore, e The power of theatrical madness (1984) di quattro ore. Le sue opere sono state presentate nelle più importanti rassegne internazionali, tra cui la Biennale di Venezia, la Biennale di Lione, la Biennale di San Paolo, Documenta a Kassel. È il primo artista a cui il Museo del Louvre dedica un’importante mostra monografica (L’ange de la metamorphose, 2008). Ha progettato installazioni che amplificano l’approccio simbolico della sua ricerca (A consilience, 2000, Londra, The Natural History Museum; Umbraculum, 2001, Avignone, Chapelle Saint-Charles, Roma, Galleria comunale d’arte moderna e contemporanea) o sculture come Heaven of Delight nel Palazzo Reale di Bruxelles (2002), Totem a Lovanio (2004) e The man who bears the Cross nella Cattedrale di Anversa (2015). Negli ultimi anni sono state allestite sue personali al Palazzo Benzon di Venezia (Anthropology of a planet, 2007), al Maxxi - Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma (Jan Fabre. Stigmata, 2013) e negli spazi del centro storico di Firenze (Spiritual guards, 2016).
 

______________
  

Proiezioni al Museo Nazionale del Cinema 

In occasione degli spettacoli in cartellone

Mercoledì 10 aprile 2019 h 18
Cinema Massimo – Museo nazionale del Cinema, Via Verdi 18, Torino

Jan Fabre. Beyond the Artist

di Giulio Boato
(F/B 2015, 52', v.o. sott.it.)
Ingresso 6 / 4 / 3 euro
 
______________
 

Lo spettacolo

 

Da giovedì 11 a domenica 14 aprile 2019

Teatro Astra, via Rosolino Pilo 6 – Torino

Orari: gio-ven-sab h 21, dom h 17

 

Jan Fabre. The Night Writer

Giornale notturno

 

Testo, scene e regia Jan Fabre

Con Lino Musella

 

Musica Stef Kamil Carlens

Drammaturgia Miet Martens, Sigrid Bousset

Traduzione Franco Paris

 
Direzione tecnica Geert Van der Auwera
Direzione di produzione Gaia Margherita Silvestrini
Produzione Troubleyn/Jan Fabre e Aldo Grompone
In coproduzione con FOG Triennale Milano Performing Arts / LuganoInscena-LAC / Fondazione Teatro Metastasio di Prato / TPE - Teatro Piemonte Europa / Marche Teatro / Teatro Stabile del Veneto
Produzione esecutiva e distribuzione Aldo Miguel Grompone
 

Biglietti
INTERO: 22,00 €
RIDOTTO: 15,00 €
UNDER 26: 10,00 €
Info, biglietti e abbonamenti: www.fondazionetpe.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop