Torino News

TORINO, 08 June 2019

Musica Dino Pelissero Quartet live L'arteficio Torino venerdì 8 giugno 2019

dino_pelissero_quartet_live_l_arteficio_torino_venerdi_8_giugno_2019_news_torino_torino_piemonte
Condividi

La seconda stagione de l’ARTeficIO sta offrendo svariate proposte di portata internazionale, ma ampio spazio hanno anche le date che vedono protagonisti grandi musicisti torinesi e italiani, in grado di soddisfare i palati più fini, musicalmente parlando. Come gli appuntamenti del lunedì, che vedono grandi artisti calcare il piccolo, enorme, palco de l’ARTeficIO e, in questa programmazione di alto livello si colloca l’importante data del 8 giugno, che vedrà protagonista il Dino Pelissero Quartet.

>>> Pelissero Dino Eldrisio <<<
Musicista, flautista, polistrumentista, da più di trenta anni sempre alla ricerca di musiche del mondo. Dal Jazz al Soul, dalle Afriche alle Indie; esploratore delle mille voci del flauto ma anche delle kalimbe africane fino alle sonorità elettroniche d‘ identità Ambient sul modello Brian Eno. Ricercatore di suoni, studia l’origine del suono rispettandone la tradizione e l’identità dello stumento, proponendo un nuovo concetto stilistico.
Attivo dal 1972, ha partecipato alla terza conferenza jazz di Internal Compass al Intimidbar Festival 2018 e al Mitzpe Ramon Jazz Club, Israele, al Torino Jazz Festival in numerose edizioni, al Premio Ciampi a Livorno, al Festival della Musica di Arles in Francia; ha collaborato col giornalista Paolo Pasi e con la scrittrice Fernanda Pivano e composto numerose colonne sonore per produzioni cinematografiche e televisive. Ha partecipato al Maurizio Costanzo Show, dove è stato riconosciuto come uno dei jazzisti migliori d’Europa.

>>> Nunzio Barbieri <<<
Chitarrista eclettico, capace di unire grandi virtuosismi a una espressività personalissima, è considerato il migliore chitarrista swing manouche d’Italia e collabora, tra i tanti, con Paolo Conte e i Manomanouche. Un innato talento gli permetterà di iniziare da molto giovane come professionista e turnista in Italia, Svizzera, Francia, Inghilterra; una lunga esperienza che gli darà una solida formazione. Nei primi anni '90 inizia una serie di progetti che lo vedranno attraversare con notevole disinvoltura i generi musicali più diversi, oltre che a partecipare a diverse importanti manifestazioni musicali, quali "Pistoia Blues" (Pistoia), "Siena Jazz" (Siena), "Time in Jazz" (Sassari), "Nizza Festival" (Nizza), "JVC Jazz Festival" (Torino). Nunzio Barbieri è ormai presente sulla scena jazzistica Italiana da diversi anni suonando in club, teatri, festival e collaborando con diversi musicisti, spaziando dal blues al jazz tradizionale fino al free jazz contemporaneo. Tra le numerose collaborazioni, sia in qualità di sideman che di leader & co-leader, segnaliamo quelle con Danilo Pala, Jino Touche, Diego Borotti, Pino Russo, Dino Contenti, Paolo Franciscone, Marco Detto, Enrico Tota, Arthur Miles etc… Collabora ormai da tempo con il "Saint Paul Quintet", con cui incide nel 1993 "Eccentrico", lavoro discografico ottimamente recensito dalla rivista specializzata "Musica Jazz", in compagnia dei sassofonisti Danilo Pala e Ezio Baracco, nel 2000 il loro ultimo lavoro discografico "Nuvole". Collabora inoltre al progetto Etno-World del "Dino Pelissero Project". Lavora ad un progetto di Acid-blues con il gruppo "Bluestone", formazione con la quale Barbieri ha inciso "One" nel 1997, "Freack's Circus" nel 1998 e "Two" nel 2000.

>>> Gilson Silveira <<<
Brasiliano, di formazione autodidatta, a Belo Horizonte ha suonato nelle più diverse formazioni e tendenze: con i gruppi Pontaleti, Jacarè Amorim, con cantanti come Titane, Maurizio Tizumba, Marcos Buzana e tanti altri. Collaborazione con il percussionista Senegalese Mamur Eliname B e con il chitarrista Gilvan de Oliveira. Sempre in Brasile ha inciso con: Sandra Reis, Titane, Gilvan de Oliveira, Carl Clives, Oscar Neves, Maurizio Tizumba, Marcelo Diniz e altri.
Nel 1985 si è trasferito in Europa e in Italia in particolare, dove ha lavorato con i gruppi Tomato (pop italiano), Samambaia (pop brasiliano), Celso Machado (chitarrista brasiliano), Franco Brambati (chitarrista italiano nel genere flamenco), Chande (fantastico gruppo di fusion latino con Walter Calloni, Stefano Cerri, Candelo Cabezas) Brasiliance Trio, Nene Ribeiro, Balem Lopez de Munaim (chitarrista spagnolo), Marcella Bella (pop italiano), Franco Mussida (ex PFM), Tullio De Piscopo, Cico Moreno, Mama Di, Dom Um Romao (leggendario percussionista brasiliano), Rosa Emilia (Bossa nova), Antonio Breschi (pianista folk-jazz-spanico), Ziryab (arabo-andaluso), Carlos 'El Rumbero' (cantante e chit. flamenco), Giobbe Covatta, Flavio Boltro (jazz), Latin Touch, Attilio Zanchi (jazz), Sergio Caputo (pop italiano), José Feliciano, Latin Touch (jazz-brasil), Rumpile, Trio Kinkoba (afromusic) Miguel Bosé, Ana Torroja (pop spagnolo), Piero Ponzo.
In Europa ha inciso con: Tomato, Alice, Cico Moreno, Carlos 'El Rumbero', I Bravo, Laura Fedele. Michele Papaia, Pitura Freska, Linea C, Mau Mau, Kinkoba, Andrea Donati, Massimo Colombo, The great Naco Orchestra, Giorgio Li Calzi, Latin Touch, Kal dos Santos, Miguel Bosè, Cionn Caslach Ana Torroja, Ney Portilho, Piero Ponzo, DVD didattico (7 maestri del ritmo).

>>> Jino Touche <<<
Contrabbassista e chitarrista mauriziano. Touche nasce a Plaine Magnien, nelle isole Mauritius. Nel 1979 inizia lo studio del basso elettrico e della teoria musicale nella sua isola natale e inizia dall'anno successivo l'attività concertistica. Nel 1982 viene invitato a suonare al festival jazz Château Morange sulla vicina isola di Réunion. Nel 1987 si trasferisce in Italia per intraprendere lo studio del contrabbasso presso il Conservatorio Statale "G.F Ghedini" di Cuneo. Nel 1989, nell'ambito del festival Umbria Jazz di Perugia, vince una borsa di studio per un periodo di perfezionamento presso il Berklee College of Music di Boston negli Stati Uniti. Successivamente si afferma in ambito jazzistico collaborando con diversi artisti, tra cui Steve Grossman, Bob Mover, Larry Nocella, Flavio Boltro ed Antonio Faraò. Nel 1990 entra a far parte dell'orchestra di Paolo Conte, della quale è tuttora membro stabile in qualità di contrabbassista, bassista elettrico, chitarrista e occasionalmente cantante (nel brano Quadrille tratto dall'album Una faccia in prestito). Fa parte inoltre del quartetto Manomanouche insieme al chitarrista Nunzio Barbieri e al fisarmonicista Massimo Pitzianti (anch'essi parte dell'orchestra di Paolo Conte) e dirige un proprio quintetto con il quale propone le sue composizioni originali. Nel 2012 è parte, come contrabbassista e cantante, del gruppo capeggiato da Roy Paci in occasione della manifestazione Terra Madre in seno al Salone internazionale del gusto di Torino. Nel 2018 comincia a far parte in un nuovo progetto, l'ensemble Paolo Conte Chamber Music, composto da Massimo Pitzianti alla fisarmonica, Antonio Valentino al pianoforte, Francesca Gosio al violoncello, Piergiorgio Rosso al violino e Riccardo Balbinutti alle percussioni.


sabato 8 giugno 2019.
L'arteficio - Showroom & Art Factory in Via Bligny, 18/L, a Torino.

Il locale apre alle 20, con possibilità di cenare alla carta.
Il live inizia alle 21.30.

Ingresso riservato ai soci ARCI:
*15 € con tessera inclusa e prima consumazione.
*10 € per chi ha già tessera, con prima consumazione.

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop