Settimo Torinese News

SETTIMO TORINESE, 18 October 2019

Teatro "Naufragar m’è dolce", la stagione teatrale 2019/2020 del Teatro Civico Garybaldi di Settimo Torinese

Inaugura “Come è esser figlio di Franca Rame e Dario Fo” di e con Jacopo Fo

naufragar_m_e_dolce_la_stagione_teatrale_2019_2020_del_teatro_civico_garybaldi_di_settimo_torinese_news_settimo_torinese_torino_piemonte
Condividi
Indicazioni di contatto
Teatro Civico Garybaldi
Via Partigiani,4
Settimo Torinese 
011.8028456   Link al sito 

Settimo Torinese e il teatro hanno legame stretto, particolare, indissolubile. Da oltre 30 anni il Garybaldi rappresenta uno dei luoghi simbolicamente e culturalmente più forti del territorio.

La stagione teatrale 2019-2020 della Compagnia Santibriganti si chiama “Naufragar m'è dolce” e, come sempre, porta in scena un cartellone ricco e articolato di opere anche molto diverse tra loro ma tutte all’insegna di una riconosciuta qualità artistica.

La compagnia diretta da Maurizio Babuin ancora una volta riesce a mettere insieme una programmazione di alto livello in cui spettacoli di rilevanza nazionale (saranno ben 4 quest’anno le “prime” nazionali) si fondano con le migliori e più innovative esperienze di ambito metropolitano. Fiore all’occhiello del cartellone la programmazione pensata per le famiglie con “A Teatro e poi Merenda” la domenica pomeriggio. Novità della stagione sarà anche il coinvolgimento della Siva la fabbrica dove ha lavorato per 28 anni Primo Levi e che è diventato un nuovo luogo della cultura del territorio. Ringraziamo la Compagnia Santibriganti per la professionalità e l’impegno e vi invitiamo tutti a venire al Teatro Garybaldi.

 

Giovedì 31 ottobre 2019 ore 21.00

“Come è esser figlio di Franca Rame e Dario Fo”

di e con Jacopo Fo

regia di Felice Cappa

Compagnia Teatrale Fo Rame / Corvino Produzioni

Prima Nazionale 

Con Piemonte dal Vivo

Racconti e ricordi per rispondere alla domanda che in assoluto è stata fatta a Jacopo Fo più volte nel corso della sua vita: com’è esser figlio di Franca Rame e Dario Fo?  E per soddisfare la curiosità Jacopo ci porta in un mondo di guitti e attori girovaghi, di affabulatori, di scenografi e disegnatori di favole che hanno delle salde fondamenta nella storia del nostro paese.

 

Giovedì 7 novembre 2019 ore 21.00

“Calcinculo”

di e con Enrico Castellani e Valeria Raimondi

e con Luca Scotton musiche Lorenzo Scuda

produzione Babilonia Teatri / La Piccionaia

coproduzione Operaestate Festival Veneto

Uno spettacolo in cui musica e teatro si contaminano e dialogano in modo incessante e vertiginoso. Viviamo un tempo ossessivo che le parole e le immagini non riescono più a raccontare da sole, la musica arriva in soccorso come una medicina o una miccia esplosiva. Una bomba d’energia creativa da parte di una delle realtà italiane più urticanti, già Premio Ubu.

 

 

Giovedì 14 novembre 2019 ore 21.00

“Infanzia felice”

di e con Antonella Questa

coreografie e messa in scena Magali B -CieMadeleine&Alfred

La Q Prod

con Pupi&Fresedde-Teatro di Rifredi e Festival InEquilibrio-Armunia

Una maestra rigida, un gatto parlante, dei bambini capricciosi e viziati, una preside dedita all’aperitivo, una madre in carriera e un principe sono alcuni dei protagonisti di questa fiaba per adulti. Un viaggio, anche divertente, nella famiglia e nella scuola di oggi, per capire le radici della rabbia che anima la guerra tra genitori e insegnanti.

 

Giovedì 21 novembre 2019 ore 21.00

“Dovevate rimanere a casa, coglioni”

 di Rodrigo Garcia con Rebecca Rossetti

regia di Jurij Ferrini

progetto URT

Una prova d’attrice per un monologo sorprendente e catturante, che ha l’improntitudine e la crudezza dell’infanzia. Rodrigo Garcia è un autore che è già divenuto un classico della nostra contemporaneità, perché i suoi testi consistono in una serie di ragionamenti scomodi, divertenti e disorientanti. Nel suo teatro l’irriverenza va al di là della forma.

                                                   

Giovedì 28 novembre 2019 ore 21.00

“Grand Hotel Serenase”

di Manuel Bona

con Marco Ferrero e Orlando Manfredi

Santibriganti Teatro

Un attore e un musicista in un delicato incrocio di persone e di storie, in una danza sottile che vede alternarsi matti, medici, infermieri e parenti, come piccoli quadretti dentro la cornice particolare di un Repartino Psichiatrico, come un vecchio blues “in dodici” ora malinconico e arrabbiato, ora solare ed energico, sempre uguale e ogni volta un po’ diverso.

 

Giovedì 12 dicembre 2019 ore 21.00

“Il cavaliere inesistente”

da Italo Calvino

adattamento di Francesco Niccolini e Jacob Olesen

con Jacob Olesen

regia di Jim Calder e Amandio Pinhero

Enrico Carretta produzioni

Compagnia Donati/Olesen

Prima Regionale

Jacob Olesen dà vita a tutti i personaggi del romanzo di Calvino tra armature, clangori, musiche e canti. Al centro del libro un paradosso: il protagonista decide di non vivere e diventa un punto di negazione. La storia del Cavaliere è quella di chi vorrebbe essere considerato veramente, proclamando la propria volontà di compiere imprese valorose.

 

Giovedì 19 dicembre 2019 ore 21.00

“Il campanello”

di Roberto del Gaudio

con Francesca Bracchino ed Elisa Galvagno

scene e regia Sax Nicosia

Dramelot

Prima Nazionale

Una pièce funambolica che regala vertiginose escursioni dal comico più schietto alle rarefatte temperature dell’assurdo, fino a un’intensità che caratterizza la tragedia. Le protagoniste sono due sorelle, Damiana e Angela, creature leggere, capaci di volare in alto e in basso come le rondini, sferzate da una vita cattiva ma sempre capaci di ridere.

 

Giovedì 9 gennaio 2020 ore 21.00

“First Love”

omaggio a Stefania Belmondo

di e con Marco D’Agostin

consulenza drammaturgica Chiara Bersani

consulenza scientifica Stefania Belmondo e Tommaso Custodero

Torino Danza / progetto Corpo Links Kluster / Espace Malraux Scène National / VAN

Premio UBU 2018 miglior performer under 35

Con Piemonte dal Vivo

È la storia di un ragazzino degli anni ’90 al quale piaceva lo sci di fondo. Quel ragazzo ora non più sciatore ma danzatore si cimenta in una rilettura della più celebre gara della campionessa piemontese, la 15 km a tecnica libera delle Olimpiadi di Salt Lake City 2002. Un assolo appassionante, sorprendente, coinvolgente. Memorabile danza di parole.

 

Giovedì 16 gennaio 2020 ore 21.00

“O la borsa o la vita”

di Fabrizio Coniglio e Mario Almerighi

con Fabrizio Coniglio e Roberto D’Alessandro

Tangram Teatro    

Due preti di un piccolo paese raccolgono fuori dalla loro basilica una borsa. Chi l’ha lasciata? Una commedia divertente ripercorre il mistero della morte e dello strano rinvenimento della borsa di Roberto Calvi, presidente del Banco Ambrosiano trovato impiccato nel 1982 a Londra. Tutti i documenti citati nella pièce sono rigorosamente autentici.

 

 

Giovedì 23 gennaio 2020 ore 21.00 (Presso la Siva: via Leinì 84 Settimo Torinese)

“La battaglia dei pedali

Gino Bartali, un ragazzo controvento”

con Aurora Candelli, Francesca Bellini, Julio Escamilla

Scritto e diretto da Ketti Grunchi

La Piccionaia

In occasione della Giornata della Memoria

Gino Bartali è stato riconosciuto come "Giusto tra le Nazioni” per il suo impegno come corriere durante l'occupazione tedesca: il ciclista, nascondendo documenti falsi per gli ebrei nella canna e nel sellino della sua bicicletta, salva ottocento persone dalla deportazione nei lager. Tre giovani attori raccontano i sogni e le imprese di "Ginettaccio".

 

Sabato 1° febbraio 2020 ore 21.00

“Amleto take away”

di e con Gianfranco Berardi e Gabriella Casolari

Compagnia Berardi/Casolari, Teatro dell’Elfo

Premio UBU 2018

Con Concentrica

Un affresco tragicomico che gioca sui paradossi e le contraddizioni del nostro tempo. Punto di partenza sono le parole, diventate simbolo più che significato, etichette più che spiegazioni, in un mondo dove tutto è sottosopra. Una riflessione ironica e amara, crudele e ridente, che nasce dall’osservazione e dall’ascolto della realtà circostante.

 

Giovedì 27 febbraio 2020 ore 21.00

“Sulla morte senza esagerare”

con Giovanni Longhin, Andrea Panigatti, Sandro Pivotti, Matteo Vitanza

maschere Ilaria Ariemme

ideazione e regia Riccardo Pippa

Teatro dei Gordi / Tieffe/ Teatro Franco Parenti

Premio Hystrio 2019

L’unica certezza è la morte, si dice, ma quanti ritardi nel suo lavoro, quanti imprevisti, tentativi maldestri, colpi a vuoto e anime rispedite al mittente! Un omaggio alla poetessa polacca Wislawa Szymborska realizzato con maschere contemporanee di cartapesta che descrivono, senza parole, gli addii. Per trattare della morte, sempre senza esagerare.

 

 

Giovedì 5 marzo 2020 ore 21.00

“Otello”

di e con Davide Lorenzo Palla

con il polistrumentista Tiziano Cannas Aghedu

regia di Riccardo Mallus

Tournée da bar / Protocollo Mind the Gape / Ecate Cultura

Con Piemonte dal Vivo

Un cantastorie di oggi porta lo spettatore a volare libero nello sconfinato mondo dell’immaginazione: interpreta tutti i personaggi, recita i versi di Shakespeare e subito dopo torna a narrare la storia rivolgendosi direttamente alla platea. Il classico viene agito, ravvivato e illustrato in un turbinio di situazioni e di atmosfere che incantano.

 

Sabato 21 marzo 2020 ore 21.00

“Parole Note Live”

con Giancarlo Cattaneo e Maurizio Rossato

Produzione Assim / LaMer.E

Dal vivo, il programma cult di Radio Capital

Creazione 2020

In occasione della Giornata mondiale della Poesia 

Da alcuni anni “Parole e Note” è in scena su tutto il territorio nazionale con il live che combina musica, testi e un’evocativa selezione di immagini: uno ‘spettacolo della poesia’. Dalla consolle Maurizio Cossato programma la sequenza di video e musiche, mentre Giancarlo Cattaneo spazia tra autori classici e coevi in un sodalizio che è già poesia.

 

Giovedì 26 marzo 2020 ore 21.00

“Io odio”

Apologia di un bulloskin

con Luca Busnengo

ideazione e regia Maurizio Bàbuin

Santibriganti Teatro

Prima Nazionale – progetto trilogia Indagare il male

L’intento è indagare il male, che è soprattutto maschio, perché è spropositato il divario: per una donna che delinque ci sono cento uomini che rubano, stuprano, uccidono, vivono male ledendo l’altrui libertà. In scena il primo tassello di una trilogia incentrata su categorie deviate del nostro contemporaneo: gli skinheads, i pedofili, gli stalker. Una feroce prova d’attore.

 

 

Giovedì 7 maggio 2020 ore 21.00

Raptus di LUNA, una commedia dell’altro mondo

con Serena Abbà, Bruno Orlando, Giacomo Vassallo, Marta Ziolla

maschere di Franco Leita

collabora ai testi e alla drammaturgia Camilla Bassetti

direzione Mauro Piombo

Santibriganti Teatro

Prima Nazionale

La Nave dei Comici salpa alla volta della Luna: la gerla di Arlecchino e la spòrta di Pulcinella in groppa a una brigata di giovani comici di talento, portano la saga delle maschere nell’Oggi.   La nobile tradizione dell’Arte: l’immaginario degli scenari antichi orientati in una performance nel vivido del tempo presente. Per un’esplosione di vitalità.

 

Da Giovedì 11 a Domenica 14 giugno 2020 ore 21.00

“Spettacolo Finale”

con gli attori della Shakespeare School

regia Jurij Ferrini

Santibriganti Teatro - Progetto URT

Quarto anno del progetto di formazione immersivo per giovani attori. “Ci troveremo a realizzare un teatro povero, sobrio, scarno – dichiara Ferrini - dove solo la parola e gli attori saranno al centro della scena e sapranno relazionarsi tra loro e con gli spettatori, che sono da sempre il motivo essenziale per il quale l’Arte dello Spettacolo esiste”.

----------

Focus Area Settimo

Il teatro del nordest metropolitano

 

 

Venerdì 7 febbraio 2020 ore 21.00

Prima fu la volta dei migranti

Inchiesta sull’Europa dei muri

di Davide Rigallo

con Suad Omar ed Elena Ruzza

regia di Gabriella Bordin

Almateatro e Associazione Baretti

Partendo dal “Consiglio europeo di Tampere” del 1999, passando attraverso la crisi europea dei profughi dal 2011, per arrivare fino all’adozione della “Tabella di marcia di Bratislava” (2016), due narratrici incroceranno la voce dell’Europa dei diritti negati con quella delle vittime.

 

Sabato 22 febbraio 2020 ore 21.00

Cena di famiglia

con Patrizia Bardellotto, Enza Barresi, Anastasia Calzolaro, Gian Piero Canobbio, Domenico Dicosta, Alessandra Elia, Nadia Forlin, Mauro Nas Naretto, Mariarosa Pecorino

Regia Fulvia Beatrice Romeo

Compagnia Comme d’Habitude

È Natale. Una famiglia si riunisce per la consueta cena ma, dopo i convenevoli, la maschera sociale si sgretola, dando il via a un florilegio di crudeltà.

 

da Giovedì 2 a sabato 4 aprile 2020 ore 21.00

Quelli… delle case Fiat

di Monica Bonetto

con Enrico Atzeni, Francesca Bosso, Sara Buono, Giuseppe Caradonna, Valentina Cardinali, Renato Cavallero, Mariagrazia Cerra, Gabriele Dotto, Chiara Giuffrida, Sirio Alessio Giuliani, Roberto Padoan, Caterina Rallo, Valentina Toso, Lorenzo Tosoni, Pietro Vacca, Federica Vurchio

regia Massimiliano Giacometti

Teatro Villaggio Indipendente

La storia di vent’anni del villaggio che la FIAT fece costruire per i suoi dipendenti alle porte di Settimo Torinese. L’amarcord di una “città alla periferia di una città”.

 

Venerdì 17 aprile 2020 ore 21.00

Ekpyrosis ovvero le pietre di mia madre

drammaturgia Marco Galati

con Lucio Barbati, Stefano Cerva, Anna Fantozzi, Mauro Pagliano, Francesca Scapola e Flavia Tironi

regia Marco Galati e Luca Vonella

Associazione Foravia e Teatro a Canone

Ekpyrosis è un’antica parola greca che sta a indicare la rinascita dell’universo dopo la sua distruzione avvenuta attraverso il fuoco.

 

Giovedì 23 aprile 2020 ore 20.00

Fagioli come perle

di e con Mariella Fabbris liberamente tratto da J. Steinbeck “La perla”

al violino Elena Urru

in collaborazione con il Ristorante della Suoneria

Si può confondersi o perdersi come una perla dentro una pentola di fagioli? Mariella Fabbris, riconferma il suo viaggiare e sostare in luoghi accoglienti con persone golose di storie. 

 

Venerdì 22 maggio 2020 ore 21.00

Sacchi di sabbia

di Piero Cognasso

con Piero Cognasso, Raffaele Giusto, Nunzio Guzzardi, Ondina Piazzano, Martina Scarparo, Gianluca Vitale, Rossano Vitale

regia Gianluca Vitale

L’officina Culturale

La parabola umana del soldato Aurelio Bergamin incrocia la parabola storica della Prima Guerra Mondiale e la sua “storia minima” si interseca con la “Storia Massima”.

 

_________________________________________________________________________________

 

A teatro e poi merenda

Le domeniche pomeriggio per famiglie al Garybaldi

 

Domenica 3 novembre 2019 ore 16.00

I tre porcellini

con Matteo Mirandola, Fabio Slemer, Riccardo Carbone

drammaturgia, canzoni originali e regia Massimo Lazzeri

Fondazione Aida

A prima vista potrebbe sembrare la classica storia dei tre porcellini, ognuno con la sua casa, con l’albero di mele, il camino dal quale si cala il lupo cattivo che li perseguita…

Se non fosse che, all’inizio della storia, il lupo si presenta alle selezioni di un noto programma televisivo musicale, canta il suo pezzo forte ma… non viene accettato…

 

Domenica 17 novembre 2019 ore 16.00

“La Gatta Cenerentola”

con Anna Montalenti e Beppe Rizzo

drammaturgia di Valentina Diana e Beppe Rizzo

pupazzi e costumi Cristiana Daneo

Regia di Beppe Rizzo

Oltreilponte Teatro

Esiste una versione più antica, italiana, della storia di Cenerentola, che ha come protagonista una bambina di nome Zezolla. Per il suo andarsene randagia, sola e selvatica per le cucine col volto sporco di cenere, Zezolla è chiamata Gatta Cenerentola. Grazie alle fate, capirà di poter vivere una vita, se non fiabesca, almeno bella e piena.

 

Domenica 1° dicembre 2019 ore 16.00

“Raperonzola”

dalla fiaba dei fratelli Grimm

die con Daniele Debernardi

Teatrino dell’Erba Matta

Cesare Basile nel 1600 scrisse “Petrosinella”, Italo Calvino ripropose nella raccolta fiabe italiane “Prezzemolina” e in Germania i Fratelli Grimm inventano “Raperonzolo”. Ed è proprio da questa versione che siamo partiti per uno spettacolo frizzante e ricco di comicità, dedicato alla figura femminile, alle madri, alle figlie e alle… orche! 

 

Domenica 8 dicembre 2019 ore 16.00

“Verdementa”

di Elisabetta Jankovic

con Giorgia Calandrini

e con i musici Gabriele Savarese e Pasquale Rimolo

regia di Riccardo Rombi

Catalyst Teatro

Gli Ottuasi sono un popolo chiuso in sé stesso per la paura del mondo esterno. Un giorno però sono scossi da un evento eccezionale. Una neonata con le antenne e dalla pelle di un colore diverso, il verde, è abbandonata alle porte della città.  Con un referendum si decide di accoglierla. Il suo nome sarà Verdementa.

 

Domenica 19 gennaio 2020 ore 16.00

“Di qua e di là. Storia di un piccolo muro”

con Roberta Maraini

testo e regia di Silvano Antonelli

Compagnia teatrale Stilema

Entra in scena una ragazza. Potrebbe anche essere una bambina. O una donna. O chiunque altro. È contenta. Ha gli occhi spalancati. Tutto sembra una meraviglia. Abbassa lo sguardo. Tutto si ferma. Al centro della scena c’è un piccolo muro. E se c’è un muro, anche se è un piccolo muro, si finisce per essere di qua dal muro. O di là dal muro.

 

Domenica 9 febbraio 2020 ore 16.00

“Il grande gioco”

di Silvano Fiordelmondo, Simone Guerro, Francesco Niccolini

con Silvano Fiordelmondo e Fabio Spadoni

regia di Simone Guerro

Teatro Giovani/Teatro Pirata

Hector e Papios. Due fratelli. Una vita sola. Un grande gioco, fatto di condivisione, complicità e affetto smisurato. Una notizia inaspettata irrompe e modifica il ritmo della loro relazione. Da quel momento parte una nuova avventura: i due compilano una lista dei desideri, da esaudire tutti, sfidando il tempo, come in ogni grande gioco.

 

 

Domenica 23 febbraio 2020 ore 16.00

“Cappuccetto Rosso”

con Gianluca Gabriele, Amalia Ruocco, Daria Menichelli

regia e coreografia di Luana Gramegna

Zaches Teatro

Spettacolo finalista In-Box Verde 2019

Luogo di mistero e fascino, di tentazione e di trasgressione, il bosco nasconde e rivela, ed è proprio per questo che permette la disubbidienza: lontano dagli occhi materni che sorvegliano, i bambini trasgredendo affrontano pericoli e rischi. L’ingenuità e l’innocenza devono essere abbandonate per riuscire a far parte del mondo degli adulti.



-------------


Biglietti

 

  • Spettacoli in cartellone “Naufragar m’è dolce” e “Focus Area Settimo”

-        intero € 13

-        ridotto € 10

-        ridotto extra € 8

-        online € 10 più prevendita

 

ridotto: studenti universitari, oltre i 65 anni, residenti di Settimo Torinese, tessera Sbam area nord est, soci Arci, Abbonamento Musei, Aiace, Cedas, Uilt, Fai, Touring Club, Cral Pirelli, associazione Foravia.

ridotto extra: ragazze/i fino ai 18 anni

 

  • Spettacolo “Fagioli come perle” posto unico € 20
  • Rassegna “A teatro e poi merenda” posto unico € 6 / online € 6 più prevendita
  • Carnet

-        Cometumivuoi 10 (10 ingressi) € 80

-        Cometumivuoi 5 (5 ingressi) € 45

 

Il carnet Cometumivuoi è una carta con 10 o 5 ingressi, non nominale, si può utilizzare per 10 o 5 spettacoli distinti o può essere sfruttata da un gruppo anche per vedere un solo spettacolo; sono valide anche tutte le combinazioni intermedie.  Vendita carnet presso la cassa del teatro nelle sere di spettacolo e in segreteria del Garybaldi il lunedì e giovedì dalle 16 alle 19.

 

Con 45€ aggiuntivi, si può estendere il carnet del Garybaldi con 3 spettacoli del teatro Concordia di Venaria (Francesca Reggiani, Ale & Franz, Angela Finocchiaro).

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop