Torino News

TORINO, 04 January 2020

Musica TEMPORAL Julia Kent e i Danzatori del Balletto Teatro di Torino - Lavanderia a Vapore Collegno

Sabato 18 gennaio 2020

temporal_julia_kent_e_i_danzatori_del_balletto_teatro_di_torino_lavanderia_a_vapore_collegno_news_torino_torino_piemonte
Condividi

RETE RPA – RETE PER LE PERFORMING ARTS
Coproduzione Balletto Teatro Di Torino / Scene_Rivolimusica

BALLETTO TEATRO DI TORINO
TEMPORAL
Musica eseguita dal vivo Julia Kent
Elaborazione coreografica a cura dei Danzatori del Balletto Teatro di Torino

Adorabile, ingegnoso, raffinato e ricco, l’ultimo album di Julia Kent si candida come l’opera più immediata e fruibile dell’artista, ma per il personale nadir creativo forse dovremo attendere ancora un po’. Nel frattempo, “Temporal” aggiunge altre interessanti suggestioni a un percorso creativo che non sembra conoscere pause.

Temporal, uscito il 25 gennaio 2019 su The Leaf Label, e anticipato dal primo singolo Imbalance, è il quinto album della violoncellista canadese Julia Kent, costituito prevalentemente da musica scritta per accompagnare in origine spettacoli teatrali e produzioni di danza, in risposta quindi a parti testuali o coreografiche. I brani, però, sono accomunati dallo stesso imprinting emotivo e vanno a formare una specie di «meditazione sulla transitorietà e sulla natura fragile dell’esistenza».
C’è un palese recupero dell’elemento umano in queste sette nuove tracce, il corpo del ballerino/a diviene oggetto di una trasfigurazione artistica, dove musica e fisicità diventano elemento di redenzione dell’anima, in un processo creativo abbastanza semplice e lineare, che rifugge le asperità di molta musica neoclassica o sperimentale.
I vortici armonici sui quali Julia Kent modella il tutto sono molto essenziali: a volte è una melodia che si ripete all’infinito, spesso è un giro di basso o il suono del violoncello che si ripete senza sosta, elementi che creano un ossessivo beat armonico sul quale si evolvono atmosfere malinconiche e sfuggenti.
E’ un album temerario, “Temporal”, ricco di sfide e soluzioni ardite, tra voci umane abilmente trasfigurate da sonorità ambigue e dolcemente inquietanti (“Conditional Futures”), o percussioni destabilizzate e rielaborate con timbriche aspre e drammatiche, che più di altre riescono a rappresentare la forza del nuovo progetto della violoncellista (“Imbalance”). Ed è una Kent meno austera e più incline alla fragilità melodica, quella che affida al piano le agili note di “Floating City” e a un minimalismo gothic l’interazione delle poche note di piano e violoncello di “Crepuscolo”. Anche se sono i dodici minuti abbondanti di “Last Hour Story” il fulcro espressivo di “Temporal”: un crescendo di suoni di strumenti a corda che fonde l’abilità cinematica di Max Richter con la greve energia del post-rock.

E’ un’artista attratta dalla fisicità e dall’evanescenza della danza, Julia Kent, violoncellista già membro dei Rasputina, nonché collaboratrice di Antony And The Johnsons dal 2005 al 2009. In verità, quest’attitudine creativa si è consolidata negli ultimi anni, ovvero nel periodo che ha visto la musicista collaborare maggiormente con compagnie teatrali o di danza contemporanea.
Anche se il recente progetto a quattro mani con Jean D.L. , “The Great Lake Swallows”, l’ha vista impegnata in sperimentazioni avantgarde e manipolazioni di field recording abbastanza audaci, nel nuovo disco solista Julia Kent sposta leggermente l’asse strumentale, allineandosi a sonorità più organiche e poco contaminate dall’elettronica.

Lavanderia a Vapore
Corso Pastrengo 51, 10093 Collegno
011 036 1620
lavanderia@piemontedalvivo.it
www.vivaticket.it

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop