Torino News

TORINO, 29 January 2020

Musica Thee Spritz Pop, Folk, Rock live Cafè Neruda Torino sabato 1 febbraio 2020

Ingresso gratuito riservato ai SOCI Arci

thee_spritz_pop_folk_rock_live_cafe_neruda_torino_sabato_1_febbraio_2020_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Sabato 1 febbraio 2020
Thee Spritz
Pop, Folk, Rock

Thee Spritz nasce per iniziativa dell’attore-autore Massimo Giovara, del chitarrista Paolo Lasazio a cui si unisce in seguito il batterista Gaetano Fasano e il chitarrista-cantante Alberto Unia. L’idea è quella di unire, a partire da esperienze musicali estremamente diverse dei componenti, i ritmi da ballo tipici delle feste di piazza alle influenze del Rock mainstream e dei capolavori anni 80, associando il tutto a testi surreali, di politica quotidiana, con toni contemporaneamente demenziali e poetici. Il primo progetto di Thee Spritz è stat una raccolta fondi condotta in collaborazione con AIPSD (Associazione Italiana Persone Senza Dimora) dedicata alla causa benefica dei senza fissa dimora per l’autodeterminazione attraverso il principio dell’Housing First.

 

I singoli componenti: 

Massimo Giovara (autore, voce e chitarra) 

Attore, autore. Ha lavorato con Elio De Capitani e Ferdinando Bruni al teatro dell’Elfo dal 1996 al 2006, e, precedentemente con Gabriele Vacis – Teatro Settimo (1991-1995). Nel 1996 fonda, 'O Zoo Nô-teatro con cui progetta e realizza numerosi spettacoli. E' stato cantante e autore del gruppo post rock “Cods” rivelazione della scena post rock tra il 1999 e il 2003, con cui pubblica “Cods” (Beware) e “Sperochettustìa”(Mexicat). Dal 2008 al 2013 crea alcuni reading Sul Rock e le sue ispirazioni letterarie: I-cons/Icone. 
E’ autore di diversi testi per il teatro. 

 

Paolo Lasazio (basso)

Paolo Lasazio, classe 1966, è un musicista/compositore di Torino che inizia la sua carriera musicale nel 1989, anno in cui realizza la colonna sonora del corto "Svelarsi al silenzio" di M. Bonino, in collaborazione con il M° Ezio Bosso.
In veste di chitarrista inizia a collaborare con vari musicisti di Torino (Max Carletti, Paolo Franciscone, Sergio Zamparo, Paolo Ricca, Marco Gallesi, Luciano Alì, Danilo Pala, Claudio Bonadè, Gigi Morello...) e non (Luis Casih, Mamady Koyate, Claudio Borelli...) e nel 1994 realizza con i Macalè il Cd “Sauaque”.

 

Gaetano Fasano (Batteria)

Il gusto della ricerca ed il superamento delle convenzioni. Ecco Gaetano Fasano profondo conoscitore della storia del tamburo. il musicista salernitano ha subito maturato una lunga carriera artistica in cui ha esplorato i generi più diversi: dal jazz al prog-rock, dal blues sino alla musica latina, Africana ed Araba.
Oltre ad essere un eccellente strumentista, è anche un didatta richiesto dalle principali scuole italiane, grazie al suo sistema di studio: “La Padderia”. Nato a Salerno il 15 agosto 1973 inizia a suonare la batteria a soli cinque anni per poi cominciare studi legati alla tecnica e a un linguaggio ritmico universale, approfondendo quello del jazz. Nel 1987 comincia la sua carriera di batterista e contemporaneamente inizia lo studio delle percussioni.

 

Alberto Unia (wolf) esordisce nel 1984 con i Fog, una band nata nella periferia nord di Torino, che mescolava blues reggae e rock proponendo brani originali come la loro storica Hit "rovinati". Lasciati i Fog per sperimentare suoni progressive con le influenze di yes e who nasce il gruppo Ago che però lavora esclusivamente in studio e non si esibisce dal vivo. Nascono poco dopo i Chermit un trio che si ripropone sonorità orchestrali e talvolta si esibisce in quartetto. I Chermit dopo parecchi live  producono una demo di 4 brani oltre a proporre dal vivo i brani dell'esperienza Ago. Per una serie di coincidenze astrali nel periodo in cui i Chermit stavano per sciogliersi Wolf convince un suo vecchio compagno di scuola e chitarrista eccezionale a far nascere una nuova band. Le Bestie Rare suoneranno un po' ovunque e arriveranno primi al Palaceva live festival di Aosta e parteciperanno a Tavagnasco rock conquistando il pubblico con il loro funk rock.


CAFE’ NERUDA

Via E. Giachino 28/E– Torino 

Tel. 011253000/3483793726, circolo ARCI

Email: nerudatorino@gmail.com

Ingresso riservato ai SOCI

Il circolo è aperto per i soci dal giovedì alla domenica, dalle 20 alle 02, con ingresso libero e possibilità di cenare e bere in tranquillità

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop