Torino News

TORINO, 02 March 2020

Teatro Neverending di e con Barbara Altissimo al Teatro Astra di Torino martedì 3 marzo 2020

per la Stagione TPE

neverending_di_e_con_barbara_altissimo_al_teatro_astra_di_torino_martedi_3_marzo_2020_news_torino_torino_piemonte
Condividi

Una figlia e un padre. Un legame. Un distacco. Un prima e un dopo. Una morte. Una vita che continua. Lo spettacolo Neverending, di e con Barbara Altissimo, animato soltanto da musica dal vivo, è una «partitura per un corpo che racconta e un corpo che accompagna». Racconta il distacco fisico ed emotivo da un genitore, compie una riflessione sul dolore che ne scaturisce e sul bisogno di lasciare andare ciò che non è più, per ricominciare. 

Neverending va in scena al Teatro Astra di Torino martedì 3 marzo 2020 alle 21 per la Stagione TPE 19.20. È una produzione LiberamenteUnico, con la drammaturgia di Emanuela Currao, le musiche eseguite dal vivo da Ivana Messina, spazio scenico e luci a cura di Massimo Vesco. Lo spettacolo ha debuttato a Torino in forma di studio nel 2017, è stato presentato nel 2018 a Milano e nel 2019 a Roma, e torna ora nel capoluogo piemontese nella sua versione definitiva.

 

La partitura scenica raccoglie pensieri, riflessioni e ricordi in un’atmosfera ovattata, sospesa ed onirica. Una storia universale che appartiene a tutti ma che in questo caso si colora di particolari sfumature: come si vive all’ombra di un padre importante? cosa significa essere stata e continuare ad essere la figlia di Renato Altissimo? Fin dall’infanzia un faro addosso, la politica in casa, i gossip, Tangentopoli, i processi…

 

Spiega Barbara Altissimo: «La morte di un genitore, uno dei grandi appuntamenti della vita, qualcosa che incombe, sospeso sopra di noi, con una temporalità che non conosciamo, che non è possibile prevedere. Poi improvvisamente accade, tutto insieme e tutto diverso da come lo aspettavamo. In un istante si è travolti e trasportati in un altro mondo, un mondo al contrario, non più figli accuditi ma figli curanti dei propri genitori. L’ultimo pezzo di strada insieme, l’ultimo sguardo, le ultime parole, l’ultimo respiro da raccogliere e conservare, per sempre. Appunto neverending».

 

 

LiberamenteUnico

 

Nasce nel 1998 come gruppo «visionario» da un’idea di Barbara Altissimo e si costituisce come associazione nel 2002. Centro di formazione e ricerca, rimane in continua evoluzione e mutamento. L’attività si struttura su diversi fronti: produzione, formazione e ricerca intesa come contenitore di idee e progetti creativi che ne diversificano l’attività. Un’associazione culturale che propone un modo di essere e di formare rispettoso dell’individuo e della sua unicità, per sviluppare l’autenticità di ogni singolo essere umano. LiberamenteUnico ha realizzato 12 produzioni di spettacolo, tra cui dal 2011 gli spettacoli del progetto Polvere (Polvere d'Italia, Polvere La Vita che Vorrei, Polvere Mundi il Viaggio) e dal 2016 gli spettacoli del progetto In Verdis (Cercando il Giardino - Polvere di Cechov e Blume).

 

 

Barbara Altissimo

 

Studia danza classica e contemporanea (Graham, Limon, Tip-tap, tecnica Duncan) in Italia, negli Stati Uniti, in Francia e in Germania. Approfondisce in un secondo tempo l’aspetto terapeutico del’uso corretto del corpo (Pilates, Feldenkrais, Bioenergetica, Movimento-terapia), studia e approfondisce l’uso della voce come strumento espressivo. Si diploma in Musical Theatre all’Amda di New York. E naturopata, master in Bioenergetica, diplomata presso l’Istituto Riza Psicosomatica di Milano. Lavora in America e in Italia come performer, coreografa e regista (Teatro dell’Opera di Roma, Compagnia Valeria Moriconi, La Thea Theatre New York, Offenrich Company, Clemente Pernarella, Piccolo Regio, Ctb, Aran Endemol per Canale 5, Carlo Boccadoro, Azio Corghi, Accademia Chigiana, Teatro Archivolto, Michael Nyman, Teatro Stabile Torino, Sistema Teatro Torino, Teatri Danzanti e Michele Brescia). Dopo l’esperienza statunitense lavora per un lungo periodo come assistente e coreografa per il Teatro di Dioniso di Valter Malosti e Michela Cescon. Dal 1996 alterna all’attività di produzione un’intensa attività didattica presso vari enti fra i quali il Centro Ricerca Teatrale Universitario / Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Torino, il corso di perfezionamento per attori del Teatro di Roma diretto da Luca Ronconi, il Festival di Portovenere, l’Università La Bovisa / Milano, Centro Ricerca per la Danza Università di Torino. Intraprende negli ultimi anni un percorso di ricerca con particolare attenzione allo sviluppo e crescita delle potenzialità umane e al corpo quale principale strumento espressivo e di indagine.

 

______________

 

Lo spettacolo

Martedì 3 marzo 2020

h 21

Teatro Astra, via Rosolino Pilo 6 – Torino

 

Neverending

di Barbara Altissimo

 

Progetto Barbara Altissimo

Drammaturgia Emanuela Currao

Progetto musicale Barbara Altissimo e Ivana Messina

Spazio scenico e disegno luci Massimo Vesco

In scena Barbara Altissimo e Ivana Messina

Produzione LiberamenteUnico

 

Durata: 50 minuti

Riviste di informazione e spettacolo gratuite - Proprietà Edizioni BLB
Aut. Trib. di Bologna N. 6191 del 10/05/93 - Iscrizione al Registro Naz.della Stampa n° 4734
Direttore responsabile Fabio Licata - P.I. e C.F. 06750950013
Num. Registro Imprese Torino 06750950013 REA 809519
Per contattarci

Credits
  • ideazione - sviluppo frontend - sviluppo backendcrop